Il mazzo che andremo ad analizzare oggi rappresenta l’unica alternativa al momento viabile per il Paladino. Si tratta del mazzo Murloc Paladin Otk che si avvale della sinergia tra i murloc e la carta [Anyfin Can Happen]. La novità, rispetto alle vecchie versioni, è rappresentata dalla nuova leggenderia [Finja, the Flying Star] che ci potrà permettere di riuscire a giocare i vari murloc utili per la nostra combo, in un tempo relativamente breve.

 

GAMEPLAY Murloc Paladin Otk: Murloc Paladin Otk

Il nostro approccio alla partita sarà di tipo control. Cercheremo infatti, per i primi turni, di controllare il board, rimuovendo le minacce che ci presenterà l’avversario. [Finja, the Flying Star] ci potrà dare una grossa mano a velocizzare l’uso di [Anyfin Can Happen], o comunque a far giocare sulla difensiva il nostro avversario.[Barnes], invece, potrebbe garantirci carte come [Tirion Fordring] o un murloc nelle fasi iniziali della partita. Il resto del mazzo si compone di Peschini e AOE. Quest’ultime vanno usate con oculatezza, disponendo di sole 2 combo, le quali ci permetteranno di pulire l’intera board e sopravvivere. Il mazzo si completa con un buon parco cure, che ci permetteranno di sopravvivere abbastanza per poter giocare la nostra combo finale, se tutto è andato per il meglio.

SINERGIE:

Le migliori sinergie presenti nel mazzo sono:

  • [Wild Pyromancer] + [Equality]
  • [Equality] + [Consecration]
  • [Finja, the Flying Star] + i murloc presenti nel nostro mazzo.

SOSTITUZIONI:

Si potrebbe provare a sostituire, in caso si incontrasse una grande presenza di aggro, un [Ivory Knight] per un’altra [Forbidden Healing]. In un meta più control, invece, si può sostituire [Wickerflame Burnbristle].

 

Di seguito potrete trovare qualche gamplay di questo mazzo:

ThijsThijs2

 

Sperando che questa guida vi sia stata utile, vi ricordiamo di stare sintonizzati per future guide.