by ElementGaming in
Hearthstone News

Hearthstone: “Everyone, still in here?”

 

Considerazioni sul nerf del Warsong Commander e Theorycrafting sul meta che verrà – di simonedeho

Martedì 13 è stata una giornata importante per il mondo competitivo di Hearthstone: in serata, infatti, è stato annunciato uno dei nerf più attesi dalla community da tanto tempo a questa parte, ovvero quello a Warsong Commander: questa carta, lo ricordiamo per chi ha vissuto in una dimensione parallela negli ultimi 6 mesi oppure si è appena avvicinato al gioco, era il motore del deck Patron Warrior, essendo alla base delle combo con Grim Patron per pulire board estese oppure con Frothing Berserker per vincere in un turno da zero board iniziale con un bilanciato ammontare di danni diretti – l’avete indovinato – to the face, “because the face is always the place”.

Subito si sono scatenate le reazioni di migliaia di players entusiasti di questa notizia, mentre chi ha giocato Patron per mesi fino ad arrivare a masterarlo ha cercato subito qualcosa per autoinfliggersi sofferenza fisica, dato che a quella morale ci aveva già pensato Blizzard.

Quello di cui voglio parlare in questo articolo non è tanto come il nerf in sé è stato eseguito (su quello siamo tutti d’accordo che ora Warsong Commander è un Raid Leader più specifico, e la carta è stata resa totalmente inutile; alcuni sostengono anche che la rimozione totale della Warsong dal gioco sarebbe stata una scelta migliore, specie per chi gioca Arena e ora si troverà una carta trash tier aggiuntiva di frequente tra le possibili scelte giocando Warrior), ma dell’importanza che questo nerf avrà su una serie di eventi, rendendola a mio parere la modifica ad una carta ad impatto più alto dall’uscita ufficiale del gioco a questa parte (solo quelle a Unleash the Hounds e Starving Buzzard sono alla sua pari secondo me).

Prima di tutto, ricapitoliamo in breve la storia del Patron Warrior e di come si sia arrivati al nerf in discussione: il deck, inizialmente non “previsto” da molti dei più noti deckbuilder e pro della scena competitiva di Hearthstone, è nato in una sua forma “primitiva” grazie a Nomodogan, player che raggiunse Legend con esso ad Aprile e postò il suo deck su Reddit, ottenendo subito grande successo. La lista del Patron Warrior si è poi evoluta nei due mesi successivi, fino ad assumere, grazie soprattutto a Senfglas, la sua forma che oggi chiameremmo standard, con l’inclusione di carte molto forti in ottica anti-aggro (Inner Rage, Whirlwind, Unstable Ghoul solo per citarne alcune) e mirate ad eseguire efficacemente la combo con i Patron e quella con i Berserker.

Nei mesi seguenti, Patron Warrior è sempre rimasto tier 1 nel meta in constructed e scelta fissa dalla stragrande maggioranza dei player in torneo: questo perché il deck è incredibilmente solido, può resistere bene a deck aggro ed impostare una controffensiva improvvisa che non lascia possibilità di risposta, e soprattutto può vincere contro qualsiasi eroe avversario, grazie all’OTK con Frothing Berserker e Warsong Commander uniti a numerosi effetti “whirlwind“.

Il deck è diventato talmente forte e rilevante che ha fatto quasi del tutto scomparire alcune tipologie di deck molto forti pre-BlackRock Mountain (come Midrange Paladin) che lo soffrono fortemente e ha creato un meta da torneo (in formato conquest) in cui i tre deck dominanti sono sempre i soliti: Patron Warrior stesso, Handlock (deck migliore per fronteggiare Patron) e Combo Druid (deck molto forte contro Handlock e con un matchup contro Patron non così svantaggiato).

La cosa che più impressiona è che, nonostante tutti i deck da torneo fossero mirati a contrastare Patron con scelte tech specifiche, il suddetto deck è riuscito a mantenere un winrate molto alto nelle principali competizioni dei mesi scorsi, mentre la community si rendeva sempre più conto di quanto il deck stesse diventando brutto da vedere (non conosco i gusti dei lettori, ma vedere un deck accumulare armor e pezzi di combo per diversi turni senza mai mettere una minaccia effettiva sulla board per me non è particolarmente divertente, né deve esserlo per l’avversario che sa che il mettere minion sulla board è un modo per fornire più attacco al Frothing Berserker avversario nel momento della combo) ed allo stesso tempo, a detta di molti, “scorretto” o “sbilanciato” per la forza delle sue combo.

Personalmente, ho giocato Patron ben poco dato che non amo i deck combo (l’ho giocato solo a Giugno da rank 5 a Legend, ma l’ho abbandonato subito dopo perché era diventato veramente noioso per i miei gusti): inizialmente, ero del parere che il deck non fosse così sbilanciato come molti sostenevano, certo aveva matchup molto favorevoli (Hunter e Paladin su tutti) ma la combo per l’OTK mi sembrava fosse piuttosto complessa da eseguire; nei mesi successivi, però, il deck ha sempre più preso la direzione del “difendersi tutta la partita fino a fare 20+ danni in un turno solo” nei matchup meno favorevoli sulla carta e l’ha fatto in maniera estremamente efficace, facendomi cambiare opinione a proposito.

Personalmente, sono molto contento che il deck sia stato ridimensionato sotto l’aspetto della sua esplosività in un singolo turno, ma il mio parere conta ben poco; è invece interessante notare come la Blizzard abbia deciso di operare questo cambio poche settimane prima del Blizzcon, il torneo più importante a livello di fama e guadagni per coloro che vi partecipano. Inutile dire che la stragrande maggioranza dei giocatori avrebbe probabilmente schierato Patron nella propria lineup per questo evento, ma con il nerf molto probabilmente questa decisione andrà rivista.

Ora, io non sono un pro player ai livelli di coloro che competono al Blizzcon per cui parlo per ipotesi da me formulate, ma immaginatevi il lavoro che questi giocatori hanno fatto negli scorsi mesi per arrivare a giocare il deck a livelli altissimi ed allo stesso tempo arrivare a conoscere altrettanto bene gli altri deck delle proprie lineup (basate sulla presenza certa di Patron Warrior al torneo) e i diversi matchup, mulligan, ecc… Si tratta di mesi di lavoro andati in fumo, con un margine di tempo veramente limitato per compiere nuove scelte e ripartire da poco più di zero.

Possibile che Blizzard non abbia pensato a questo?

Io sono del parere che il nerf avrebbe dovuto essere fatto dopo il Blizzcon, per non rompere degli equilibri venutisi a creare nei mesi passati e rimanere costanti su una linea di pensiero almeno fino all’evento dell’anno per quanto riguarda la scena competitiva di HS. Da spettatore, però, non posso certo lamentarmi: sicuramente in questo modo vedremo molta più varietà nei match disputati, dato che probabilmente non avremo gli stessi tre deck nelle lineup di ogni giocatore e vedremo meno spam di

“ResidentSleeper DRUID ResidentSleeper PATRON ResidentSleeper HANDLOCK ResidentSleeper”, “EleGiggle REMEMBER WHEN YOU WERE SAFE AT 50 HP? EleGiggle” e “Leeroy Jenkins created a strategy that revolved around trying to defeat your opponent in one turn without requiring any cards on the board. Fighting for board control and battles between minions make an overall game of Hearthstone more fun and compelling, but taking 20+ damage in one turn is not particularly fun or interactive” sulla chat di Twitch.

Per quanto riguarda il meta a venire, con Patron momentaneamente in panchina vedremo sicuramente un ritorno in campo dei deck aggro come Face Hunter, Aggro Paladin e Zoo (anche se questo non è un aggro come i due precedenti), che soffrivano molto Patron e i suoi modi efficaci per pulire board con minion dalla bassa salute. Un altro deck importante che sicuramente vedremo più di prima sarà Midrange Paladin, che nel meta attuale trova veramente poco spazio a causa del matchup a dir poco disperato contro Patron. Inoltre potremmo assistere ad un ritorno, soprattutto in ambito torneistico, di Freeze Mage, che gode di ottimi matchup contro deck come Zoo e Paladin (sia Secret che Midrange). Su classi come Rogue e Shaman, che hanno trovato davvero poco spazio negli ultimi mesi, non voglio sbilanciarmi: non ho giocato a sufficienza entrambe queste classi per poter dare giudizi approssimativi.

Scendendo nel dettaglio, mi aspetto (come quasi tutti) un’ulteriore accelerazione nel meta, per cui i deck citati prima potrebbero tornare in varianti diverse da quelle che siamo abituati a vedere.

Nello specifico, per quanto riguarda Zoo potrebbe emergere una versione senza la sinergia con i Voidcaller, ma con molti altri minion a basso costo (Flame Juggler, Argent Squire, Leper Gnome ad esempio) accompagnati dai Sea Giant: una versione più “classica” di Zoo, insomma.

Per quanto riguarda Paladin, la versione Secret rimarrà sicuramente molto forte (anche se, a mio parere, non dominatrice assoluta come alcuni prospettano) mentre la versione Midrange potrebbe trovare nuova linfa in una lista con una presenza maggiore di minion a basso costo (come ad esempio Haunted Creeper), solo per avere maggiori risposte in early game agli altri deck. Vedremo anche un ritorno di Aggro Paladin, anche se la versione Secret più veloce mi sembra un passo in avanti definitivo rispetto alle vecchie liste per questa tipologia di deck.

Per quanto riguarda Hunter, infine, potremmo assistere al ritorno di un deck che tanto ho amato, il Midrange con le Snake Trap: con meno effetti whirlwind in circolazione, questa trappola potrebbe tornare ad essere veramente efficace (oltre che sinergica con molte carte di un Midrange Hunter standard); la versione che credo avrà maggior successo, tuttavia, potrebbe essere un Hybrid come quello usato recentemente da Thijs in ladder, che combina un buon numero di minacce in mid game ad un early molto veloce.

Per quanto riguarda le classi che “perdono” un po’ da questo nerf, probabilmente vedremo una diminuzione del numero di Handlock in ladder: attualmente non è messo benissimo, post-nerf il deck perderà uno dei suoi matchup migliori e soffrirà l’aumento di deck veloci.

Anche Midrange Druid potrebbe far fatica a tenere il passo di molti deck (Secret Paladin, Zoo e Hybrid Hunter sono tutti matchup non particolarmente “felici” per Midrange Druid); Aggro Druid, invece, potrebbe essere una buona scelta nel meta post-nerf, dato l’ottimo matchup che questo deck ha contro il resto degli aggro, in particolare Secret Paladin.

Priest sicuramente potrà dire la sua sia in versione Control che Dragon, entrambe posizionate piuttosto bene in caso di aumento di deck veloci ma con minion dalla bassa costituzione.

Tempo Mage potrebbe invece risentire in maniera negativa del nerf, essendo un deck molto forte contro le due tipologie sopra citate che probabilmente vedremo meno in ladder, cioè Handlock e Midrange Druid; è anche vero, però, che il deck ha ottime risposte ai deck aggro, ma è molto dipendente da una buona mano iniziale che gli permetta di non essere rushato troppo velocemente dai suddetti deck.

In virtù delle ipotesi fatte sopra, Control Warrior potrebbe tornare alla ribalta con l’ottimo arsenale acquisito con TGT (carte come Justicar e Bash permettono di guadagnare un buon ammontare di armatura, per poter portare avanti anche i game in cui si arriva ad un filo dalla sconfitta).

 

E Patron Warrior?

Secondo me il deck non scomparirà del tutto: le carte che erano forti contro i deck che potrebbero tornare in meta continueranno ad esserlo, semplicemente non assisteremo a completi ribaltamenti di board in un solo turno grazie a due carte (Warsong e Patron); qualche giocatore, come Surrender, sta giá provando (con successo in ladder) versioni alternative di Patron Warrior, meno “combo-oriented” ma più tendenti al midrange e al value game.

 

Per concludere, un TL;DR delle mie opinioni: nerf dovuto ma in un momento sbagliato; ritorno di deck veloci con minion a basso costo di mana e facilmente rimuovibili grazie alla diminuzione dei “whirlwind effect”; Patron Warrior ancora giocabile ma in un modo diverso da prima, più lento e con effettive minacce oltre ai Patron (Shredder, Dr. Boom, ecc.).

 

Spero la lettura sia stata di vostro gradimento, ovviamente queste sono (soprattutto per quanto riguarda la prima parte) considerazioni personali; se mi sono perso qualcosa che volete farmi notare fatemelo sapere!

__________________________________________________________________

Ancora non fai parte della Element Gaming? Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Share Post:

Related Posts