by ElementGaming in
League of Legends News

Riportiamo di seguito aggiornamenti ed un rapido sunto di cosa è successo nella quarta giornata di Qualifiche per la Summer Challenger Series del giorno 24 maggio, focussandoci come al solito sul girone B, sul team italiano Forge.

Nella penultima partita della giornata vediamo sfidarsi il Team Forge(4G) e il team portoghese K1ck Black (k1k).

Questi sono stati i pick e i bann:

Immaginerotta

A differenza della precedente partita i team non attuano nessuno swap di lane, quindi tutti sono concentrati a farmare, chi in lane e chi in jungle. Primo sangue a tre minuti, quando Kindred, jungler dei k1k, tenta un gank in botlane e diva, forte della superiorità numerica, ma un outplay fantastico di Alistar attraverso la sua combo W-Q la porta alla morte. Pochi momenti dopo però Sivir dei 4G incappa nello stesso errore di overestendere e regala la kill a Ezreal. L’equilibrio si mantiene fino a 6 minuti in cui una ottima gank di Ekko assicura la kill in midlane a Jiizuke, con Vladimir. A dieci minuti si ha un drago facile per i 4G: buff della montagna, gran danni alle torri. Fino a questo momento è una partita molto sentita e gli episodi di aggressione non mancano, infatti ch’è un esempio lampante a 12 minuti che sfuma in un nulla di fatto sul piano delle uccisioni. Un minuto dopo sfruttando la dipendenza di Kindred dal farm per stackare la passiva, Ekko e Trundle, in toplane per i 4G, data la difficoltà in lane della Poppy avversaria, assalgono e uccidono con facilità il Messaggero della Landa, dunque altro buff importante per i Forge. Nel frattempo il frenetico push in botlane porta alla caduta della prima torre rossa. Alistar e Sivir, solo in questo momento swappano la lane con Trundle e cominciano l’assalto alla torre superiore. A 16 minuti proprio la top diventa la zona calda e con l’intervento di Vladimir si ottiene sia la morte di Poppy sia un push selvaggio fino alal caduta della seconda torre. 2 minuti dopo secondo drago per i 4G, buff dell’Oceano. Pochi istanti dopo i K1ck tentano un assalto in massa alla midlane su Jiizuke, che non solo lo evita, ma fa addirittura partire un counter engage che porta grosse perdite nel team rosso e sole che vantaggi per il team blu, che nella confusione prende anche prima torre midlane, oltre che diverse kill. A 20 minuti l’engage parte dai 4G, sempre in midlane, ma evidentemente non prendono bene le misure stavolta e la cosa si conclude con un doppia di Viktor e un waste di summoner spells. I Forge però mantengono un certo vantaggio, sia di farm, che di oggetti che obbiettivi, per cui forzano ulteriormente il push, aiutati spesso e volentieri dalle disattenzioni e dalle iperestensioni degli avversari. A 23 minuti sfruttando proprio queste distrazioni da parte di Viktor e Kindred, si assedia la seconda torre botlane e si conquista un altro drago della Montagna: Jiizuke gran protagonista in materia di kill e in generale di danni. Al minuto 27 si palesa un fantastico Baron control da parte dei Forge: iniziano con una fake call al Baron che scaturisce in un Fight in cui gli sventurati K1ck sono costretti a indietreggiare. Il mostro epico sottoposto al buff della montagna cade miseramente in pochissimo tempo e grazie alla copertura e al sacrificio dei due tank, i 4G portano a casa un ottimo Baron buff. Fino al minuto 30 i Forge forzano il push delle lanes supportati proprio dal buff viola e puniscono ogni nemico iperesteso (a quanto pare è un vizio dei K1ck, che non avendo i mezzi di contrastare nessuno neppure 1v1 il più delle volte ci soffrono, o muoiono) e si aggiudicano il terzo drago della Montagna, nonchè quarto della partita. Epilogo a 34 minuti in cui il fight parte da una splendida combo di Ekko e Alistar che riescono a stunnare molti nemici contemporaneamente, tanto che la ulti di Kindred non fa che prolungare l’agonia dei poveri K1ck che vengono sciolti in tempo zero. A questo punto un energico ultimo push fino al Nexus decreta la vittoria dei Forge sui Portoghesi che fino a quel momento detenevano in solitario la vetta del girone B con un 3-0 pulito.

Qualche nota tecnica: ciò che ha portato alla vittoria i 4G sono stati diversi fattori, talvolta sottovalutati, ma che fanno di un giocatore un campione della sfera competitiva. Innanzitutto il farm, che ti consente di avere l’oro sufficiente a chiudere gli oggetti più in fretta e a prendere vantaggio sul tuo avversario (e tra i Forge si è tenuta fino alla fine la media di 100 minion ogni 10 minuti sia per il toplaner, che per il midlaner e l’adc); buon positioning, che ha portato soprattutto Jiizuke in midlane (che è la lane più soggetta agli attacchi dei jungler o da parte di altre lanes) a sopravvivere a qualsiasi aggressione e spesso a ritorcere contro i suoi avversari i loro tentativi di attacco. Altra cosa fondamentale è il controllo di mappa da parte del jungler, che favorisce la presa degli obbiettivi e favorisce la buona riuscita di un gank. Ekko ha sfruttato la dipendenza di Kindred dal farm, che in alcuni momenti cruciali della partita la teneva lontano dai fulcri dell’azione, lasciando in minoranza i suoi alleati. Stackare la passiva per Kindred è fondamentale, e limitare il suo farm è una cosa vivamente consigliata, ma è importante non rimanere alle dipendenze di queste meccaniche, ma piuttosto sfruttarle a proprio vantaggio, come ha fatto il jungler dei 4G.

KDA immacolato anche stavolta per Jiizuke che si sta dimostrando volta per volta un giocatore eccezionale, in grande sinergia con il team Forge. Non è da escludere un brillante proseguimento della competizione da parte di questi ragazzi.

La situazione del girone attualmente è dunque:

Immaginegirone

Le prossime partite si terranno il giorno 25 maggio ed è possibile seguirle sul canale Twitch di Riot Games.

Forza Forge, Forza team Italiano e per riprende anche questa volta un trend della chat di twitch: “THANKS FOR TUTORIAL PORTUGAL” (a marcare l’evidente calo di prestazione del team portoghese a dispetto della splendida performance italiana.)

Share Post:

Related Posts