di ElementGaming in
League of Legends News

Rieccoci con una nuova guida! Cercherò di analizzare i vari ruoli in modo da fornire quante più nozioni base possibile per coloro che vogliono approcciarsi ad un nuovo ruolo oppure vogliono controllare le proprie conoscenze. Parlerò un po’ di tutto cercando di essere quanto più esaustivo possibile. Buona lettura!

Con cosa ho a che fare?

Spesso si dice che la toplane sia un qualcosa di supernoioso ed assolutamente monotono e ripetitivo. Per citare una fonte illuminate “la toplane vede due patate che si picchiano per ore e ore facendosi 0 danni a vicenda”. Questa visione, che spesso è veritiera, soprattutto in questo meta, può non essere esattamente quello che dovrete affrontare in soloQ. Perché sebbene sia vero che la toplane sia per champ tankettosi, o che buildano tankettosi, questo è vero al 100% in ottica di team. In soloQ potrebbe non esserlo. Ma iniziamo per gradi e cerchiamo di capire prima di tutto cosa è la toplane.

Sololane

La top è a tutti gli effetti una sololane tale e quale alla mid. Significa che a livello statistico, vincere la sololane 1v1 porta spesso ad un vantaggio assurdo al team. Questo perché tra le leggi di LoL ve ne è una non scritta che dice che se perdo 1v1 e non sono il counter del mio avversario, continuerò a perdere all’infinito a meno che lui non faccia un errore. Partendo da questo presupposto, se nessuno mi aiuta, il mio diretto avversario, chiunque egli sia, sarà un gigantesco problema. Questo per il semplice fatto che in una lane molto lunga, se vado in vantaggio e inizio a freezare la mia lane, non ci sono possibilità di ritorno se non andando a rischiare di spostarsi in giro per fare qualche gank e prendere exp in quel modo.
Difatti, oggi la toplane è una gigantesca bilancia, e i piatti sono decisi dal jungler. Per questo motivo si giocano tank, perché tanto meno muoio, tanto più faccio il mio lavoro. Se scegliessi un champion che può morire abbastanza facilmente se gankato, automaticamente il jungler fa prendere un vantaggio infinito al mio avversario che, essendo una sololane, snowballerà (a scanso di errori, come già detto).
Alla luce di questo, c’è da capire come comportarsi in questa zona della mappa. Iniziamo dalle basi.

Metagame

Parola detta da tutti, della quale nessuno sa il significato corretto. Dissipiamo i dubbi:
Il metagame non è altro che il modo più comune di giocare, sia le singole lane che il complesso, determinato e scelto dai giocatori e solitamente influenzato dalle modifiche fatte anno per anno dagli sviluppatori.
Traduzione: quando creo una interazione come sunfire-iceborn-titanic hydra, il meta si orienterà tank/offtank in modo da sfruttarle. Se non avessi questi item, ma avessi qualcosa di altrettanto performante, si userebbe quello e quindi il meta cambierebbe di nuovo.
Ma ancora più a monte: chi ha detto che la botlane deve essere composta da un adc e un support? I player, e quello è diventato il metagame. Se domani qualcuno si accorgerebbe che è meglio giocare 5 adc, il meta cambierebbe.
Detto questo, prima cosa da fare è scegliere un champ in meta e quindi conoscerne le caratteristiche (cosa maxare prima, core items, damage ranges ecc), quindi conoscere chi lo countera e come e chi counteriamo e come, quindi pickarlo e andare in lane.

Gestione

Semplicemente, usate il vostro playstyle. Avere un tank non significa non poter giocare aggressivi. In early game i champ sono tutti abbastanza uguali, quindi dipende molto da come ci comportiamo. Generalmente, o si gioca aggressivi perché si sa che counteriamo l’avversario/siamo più forti/quello che vi pare e quindi calcoliamo che possiamo vincere 1v1 e ci proviamo, oppure si gioca difensivi e si aspetta il jungler.
Ambo i casi, si seguono comunque le regole base della sololane:
• Non pushare a caso
• Non abbandonare la torre a caso
• Non forzare a caso
• Le ward esistono, proviamo ad usarle
A caso significa che se non so dove sia il jungler ma penso sia dalle mie parti, eviterò di andare aggressivo e cercherò di fare altro. Viceversa, se so che il jungler si trova lontano e lui ha 0.1 hp, non lo lascio farmare, bensì cercherò di negargli il farm e l’exp.
Una volta un saggio disse che non conta quanto cs farmiamo noi, ma quanti ne farmi in più rispetto a lui. Questo concetto è molto importante in soloane. Mandare indietro il proprio avversario è importantissimo, ma bisogna comunque ricordarsi che basta dare uno shutdown per vanificare tutto il lavoro. Quindi bisogna agire con la testa sulle spalle per evitare di buttare in 1 minuto il lavoro fatto in 10.

Movimenti

In soloQ lo scopo è sempre e solo 1: prendere la kill e pushare la torre. Il meta top però gioca di teleport, quindi significa che in qualche modo si può usare. Modo più comune di tutti: pushare la wave e spostarsi fuori vision per fare tp e dare supporto a una gank del mio jungler/mandare all’aria la gank avversaria. Se non pushassi la lane e non prendessi kill col teleport, mi metterei DA SOLO in svantaggio. Per questo motivo non è affatto semplice massimizzarne l’uso. Inoltre, potete usarlo per andare aggressivi in lane, recallare e fare teleport. Ma dovete essere sicuri di non dover recallare di nuovo a breve, quindi dovete sapere che non morirete. Altrimenti sarà tutto vano e la spell risulterà completamente inutile.
Detto questo, teleport permette la meccanica dello splitpush (http://www.element-gaming.eu/5364-2/), che dovreste usare quanto più possibile perché importante per mettere quanta più pressione possibile. Diciamo che sui generis, anche se siete dei tank, farete una vita molto solitaria in early e mid game e il vostro gioco sarà mettere il vostro opponent in difficoltà senza che lo faccia lui. Per questo risulta noiosa e monotona.
Ma avere teleport mentre il vostro avversario non lo è, è essa stessa una risorsa! Immaginate che siete riusciti a farlo usare in modo difensivo al top nemico. Vuol dire che il vostro team è libero di giocare offensivo dalla parte opposta e voi potete unirvi a loro in qualsiasi momento. Chiaramente non è semplice farlo, ma è ottimo quando si vogliono fare obiettivi (draghi, baron o torri) per avere sempre quel qualcosa in più. E ricordatevi che quando sfrutterete quel vantaggio, per forza lui si ritrova nella situazione inversa, dove avrà tp quando il vostro sarà in cooldown. Dovete fare molta molta attenzione in quei casi.
La comunicazione quindi diventa fondamentale.

Wards

Grande debacle su dove wardare. Beh, 100% comprerete una pinkward e servirà per proteggervi dal lato del fiume, poi quante più ward riuscite a mettere nel tribush e nel cespuglio più prossimo a voi, meglio è. Per questo motivo non è assolutamente necessario l’uso del trinket blu, ma potete benissimo rimanere col giallo, anche perché vi permette di usare delle ward in un luogo, recallare e poi teletrasportarvici sopra.
Detto questo, altra cosa che potete fare è farmare il campo della jung vicino a voi, questo solo se il jungler è lontano, chiaramente.

Tutto qui?

Generalmente si, ma come tutti i giocatori sanno, come esiste un meta, esiste anche un anti-meta. Significa che se tutti giocano teleport, voi potreste giocare un’altra spell e quindi ottimizzare il vostro 1v1. Sia essa ignite o exhaust, o sia la rinuncia di flash per una di queste due in certi campioni, giocare una spell offensiva vi permette di giocare offensivi e cercare di prendere vantaggio di forza, e quindi costringere il loro jungler a darvi attenzioni se non vuole che gli spacchiate un inibitor in solo. Questo lascerà il vostro team libero di agire, e quindi di prendere vantaggio mettendo in seria difficoltà gli avversari. Questo perché la top è una sololane lunga, quindi difficile da difendere se qualcuno pusha dalla parte opposta in contemporanea. Come già detto, dipende dal vostro playstyle, ma a meno che non siate assolutamente sicuri di quello che state facendo, seguite il meta!
Questo perché se il jungler vi campera, morirete malissimo e la vostra spell offensiva sarà inutile. E oggi non è più high risk high reward come una volta. Oggi è minimum risks for maximum rewards. Morale: se non siete The Scimmie King, non giocate Wukong top con ignite!

Post lane phase

Il vostro ruolo da tank è quello di ingaggiare. Motivo per cui non potete stare dietro tutti, ma dovrete stare davanti e dare l’opportunità della kill ai vostri carry. Altra difficoltà quindi, perché dovete saper ingaggiare quando serve e andarvene quando serve! Spesso le partite si buttano sbagliando in fase di engage, quindi dovete fare una certa esperienza prima di capire quando poter andare in… e su chi.
Spesso si dice di fare focus ai carry, ma in realtà contano un sacco di cose. Un tank che viene focussato muore lo stesso, quindi in realtà in soloQ va punito chi sbaglia piuttosto che cercare di uccidere un carry, ad esempio. Oppure va punito chi muore facilmente, per avere la superiorità numerica necessaria a vincere.
ATTENZIONE: se usate 5 ulti su chi muore facilmente, poi morirete voi per mancanza di spell! Quindi dovete comunque cercare di avere abbastanza risorse, e non cliccare a caso. Questo è davvero molto importante!
Se non sapete come ingaggiare, fate l’opposto: proteggete. Quante volte vi viene detto di fare peeling? Significa che potete usare le vostre spell per rimuovere chi ha bypassato voi per difendere i vostri carry. Questo perché se proteggete chi fa i danni, probabilmente lui riuscirà a portarvi in vantaggio. Se non ci riuscite, non ha senso fare un engage perfetto quando non riuscirete mai a fare le kill perché il vostro damage dealer è morto.
Questo dovete valutarlo. Perché se avete uno molto feedato, dovete proteggerlo assolutamente in modo che lui possa fare quanto serve per vincere.

Conclusioni

Serve esperienza, come in tutte le lane, e serve sbagliare per imparare; quindi games su games e provate quante più cose possibili in modo da sapere quando e come fare qualcosa. Non demordete se all’inizio non riuscite, succede sempre. Con costanza, vedrete i risultati.

Condividi l'articolo

_ Articoli