by ElementGaming in
League of Legends News

Cf3BTCnUUAA_-ja

Hello guys we’re bac-

No,ho sbagliato lingua. Scusate, sono ancora esaltato per la vittoria della Premier League del Leicester City di ieri sera. Per chi non lo sapesse, la squadra inglese l’anno scorso rischiava la retrocessione, mentre quest’anno ha vinto il titolo con due giornate d’anticipo grazie al pareggio del Tottenham Hotspur sul campo del Chelsea per 2-2.

Perché sto parlando del Leicester (Lester,per gli amici non anglofoni) in un articolo che dovrebbe parlare di League of Legends,precisamente del Mid Season Invitational?                                               La risposta è semplice. Le squadre che prenderanno parte all’MSI sono quelle che hanno vinto i campionati delle 5 maggiori regioni (EU/NA LCS,LPL,LCK,LMS) più la rappresentante della International Wildcard, ovvero un torneo svoltosi tra le altre regioni più piccole. Pensateci bene, i Gamers 2 e i Royal Never Give Up rispecchiano di parecchio la favola del Leicester. Entrambe vengono da un’ annata da dimenticare (Per i G2 due split nelle challenger series,per gli RNG due retrocessioni solo sfiorate)  e si sono scrollate tutti i problemi di dosso andando a vincere contro ogni previsione le loro leghe. Ma bando alle ciance,siamo qui per un power ranking serio e qualche parola sui vari team, quindi lasciamo il Leicester al calcio e tuffiamoci negli eSports!

I partecipanti

Come già detto, a questa competizione prenderanno parte le vincitrici dei vari campionati, quindi i loro nomi non dovrebbero essere nuovi per nessuno, ad eccezione magari della vincitrice del torneo wildcard. Ma andiamo in ordine.

Tier C (Nessuna possibilità di vincere): SuperMassive eSports (IWC)

supermassive

Top: Berke “Thaldrin” Demir  

Jungler: Furkan “Stomaged” Güngör         

Mid: Koray “Naru” Bıçak

Adc: Nicolaj “Achuu” Ellesgaard

Support: Mustafa “Dumbledoge” Kemal Gökseloğlu

Partiamo dalla squadra con meno possibilità, ovvero i turchi dei SuperMassive eSports. I due player da tenere d’occhio sono sicuramente Naru e Dumbledoge, che qualcuno riconoscerà per la loro presenza ai mondiali del 2014 con la squadra dei Dark Passage. Sono un team che domina in Turchia e hanno dimostrato di avere giocatori che possono competere al pari con regioni più forti, tuttavia il meta è differente nelle regioni inferiori e ciò potrebbe portarli a cercare di adattarsi ad un metodo di gioco non proprio collaudato durante la season e a rapide sconfitte. Se vogliono avere una chance di arrivare in una posizione dignitosa, sarà tutto sulle spalle di Naru, uno dei migliori midlaner in occidente. Il resto del team è ben poca cosa, quindi molto probabilmente finiranno all’ultimo posto e faranno tesoro di questa esperienza dominando ancora di più la Turchia.       

Tier B (Chance di arrivare in semifinale):

Counter Logic Gaming (NA LCS)

500px-2016_clg_spring_finals

Top: Darshan “Darshan” Upadhyaha

Jungle: Jake “Xmithie” Puchero

Mid: Choi “HuHi” Jae-hyun

Adc: Trevor “Stixxay” Hayes

Support: Zaqueri “Aphromoo” Black                                                                                                                                                                                                                                                                             

Trasferiamoci in Nord America dove troviamo i due volte campioni di fila dei Counter Logic Gaming. La squadra si era presentata ad inizio dell’anno con la perdita delle star Eugene “Pobelter” Park e Yiliang “Doublelift” Peng e con modeste aspettative sulla split visto che i rimpiazzi sono stati due esordienti, HuHi e Stixxay. Il team non è contraddistinto per la skill individuale, per la quale probabilmente sono tra i peggiori team del torneo ad eccezione di Darshan, ma per il loro macro-game, ovvero la capacità di vincere le partite tramite obbiettivi e teamfight invece di andare per gli outplay. Una strategia particolare del team è quella dello splitpush, preferita da Darshan che ha giocato in passato campioni come Jax o Nasus. Il motivo per il quale non credo possano arrivare in finale è perché non abbiamo visto sviluppare una sinergia particolare tra HuHi e Xmithie, cosa che il meta richiede e di conseguenza il gioco si basa molto sulla toplane, che con un meta padroneggiato dai tank difficilmente darà i suoi frutti internazionalmente.              

Royal Never Give Up (LPL)

dfaa

Top: Jang “Looper” Hyeong-seok

Jungle: Liu “Mlxg” Shi-yu

Mid: Li “xiaohu” Yuan-Hao

Adc: Wang “wuxx” Cheng/ Zhu “NaMei” Jia-Wen

Support: Cho Mata” Se-hyoung

Una delle LPL peggiori di sempre ha visto trionfare in finale contro gli EDward Gaming i Royal Never Give Up, capitanati dal campione del mondo nella season 4 con i Samsung White Mata. La squadra si basa molto sulle capacità di Mlxg di counterjunglare gli avverari e sulla skill individuale di xiaohu. Mata ha dimostrato di poter trasformare un team di giovani talenti in campioni sotto la sua guida, e ha dato loro un preciso modo di giocare e migliorato il loro macro game. Qualora gli RNG dovessero schierare Wuxx, aspettatevi una partita più aggressiva. Se invece verrà schierato NaMei, la partita sarà giocata con un focus sul late game dove l’ad carry può mostrare tutta la sua abilità nel posizionarsi. Non credo siano ancora capaci di competere per la finale, ma se succedesse non sarebbe una grande sorpresa.

Tier A (Favoriti per la finale):

Gamers 2

500px-G22016EUSpring

Top: Mateusz “Kikis” Szkudlarek 

Jungle: Kim “Trick” Kang Yoon

Mid: Luka “PerkZ” Perkovic

Adc: Kim Emperor” Jin-Hyun

Support: Glenn Hybrid” Doornenbal

Eccoci qua. I campioni dell’EU LCS. Tra le loro fila abbiamo il miglior giocatore della split Trick e il suo fedele compagno PerkZ. E’ un team che ha portato tanta innovazione in Europa e sono stati i primi a sviluppare la tattica del mid che pusha continuamente la wave in modo da poter aiutare il jungler mentre invade gli avversari o ganka le altre lane. Loro due sono i punti di forza, ma anche Kikis con i suoi teleport è stato spesso decisivo e Hybrid con i suoi roam. L’unico player un po’ fuori posto è Emperor, che ha espresso il desiderio di tornare in Corea qualche mese fa. Sono favoriti rispetto agli altri principalmente per mancanza di vera competizione e perché sono ormai esperti del duo mid-jungler che influenza il meta attuale.

Yoe Flash Wolves

d920338

Top: Lihong MMD” Yu

Jungle: Hung “Karsa” Hau-Hsuan

Mid: Huang “Maple” Yi-Tang

Adc: Hsiung NL” Wen-An

Support: Hu “SwordArt” Shuo-Jie

Ahh, Taiwan. La più misteriosa delle 5 regioni.

La LMS da un po’ fallisce nel tentativo di avere di team veramente competitivi a livello internazionale,precisamente dai tempi in cui i TPA vinsero il mondiale nella season 2. I due top team, Flash Wolves e ahq non sono arrivati più in la dei quarti di finale negli scorsi mondiali, deludendo ancora le aspettative. Tuttavia, quest’edizione dell’MSI non ospita team di primissimo livello, quindi i Wolves possono facilmente arrivare fino alla finale. Il loro gioco si basa su Karsa e Maple, tra i migliori al mondo nel loro ruolo e pronti a sfidare gli SKT per la possibilità di sollevare la coppa.

Tier S (Vincitori al 99,9%)

SK Telecom T1

123123123123

Top: Lee Duke” Ho-Seong

Jungle: Kang Blank” Sun-gu

Mid: Lee “Faker” Sang-hyeok

Adc: Bae “Bang” Jun-Sik

Support: Lee “Wolf” Jae-wan

Cambia tutto, ma loro sono sempre qui. Gli SK Telecom T1 sono qui per vincere il loro primo MSI dopo la finale dell’anno scorso persa contro gli EDG. La formula è sempre la stessa: il miglior giocatore della storia insieme al miglior ad carry del mondo, un jungler che è passato da inutile a fondamentale per la squadra, un top laner sempre più solido e un support veterano sempre affidabile. Faker e compagni sono sicuri della vittoria dell’Mid Season Invitational dopo la vittoria in finale contro i ROX Tigers, e lo siamo un po’ tutti insieme a loro.

Le notizie sugli eSports sono create dallo staff di Element Gaming. Lo scrittore, Element Akali, è un appassionato di competitive League of Legends e tifoso dei ROX Tigers e degli Afreeca Freecs.

Per discutere con lui, potete contattarlo su League of Legends al suo username “Ekkos Respite”, o su Twitter @AndreaLovesLCS.

Share Post:

Related Posts