Andrea Tombolato di ElementGaming in
Gaming News

Il prossimo Battlefield potrebbe essere ambientato nel 2018

Nelle ultime settimane ci sono state molte speculazioni sul nuovo episodio di Battlefield che EA conferma uscirà verso Ottobre (come chiarì tempo fa il CEO Andrew Wilson). La più recente arriva direttamente da un ex dipendente DICE e riguarderebbe l’ambientazione di gioco. Infatti Peter Olofsson Hermanrud, art designer prima di DICE e che ora lavora per Bungie (software house di Destiny 2), ha pubblicato su Artdesgin degli artwork raffiguranti dei modelli di armi, modelli che erano già stati presentati tra i progetti di Battlefield 1.

Ciò che in molti hanno notato è l’incoerenza delle due cose: i modelli di armi non potrebbero mai essere usati nel gioco di DICE proprio perché non appartenenti al periodo storico di quest’ultimo. Uno dei due artwork raffigura il fucile PPSh-41, modello di fucile adottato dalle armate sovietiche nella Seconda Guerra Mondiale e quindi di produzione postuma al periodo che va dal 1914 al 1918 (la Prima Guerra Mondiale, appunto).

Il disegnatore non ha confermato o smentito nulla, né tantomeno DICE o EA. Ovvio che dovremmo aspettare l’E3 2018 dove c’è un’ampia possibilita che EA sveli utleriori dettagli di notevole importanza sul “Battlefield del 2018”.

Non solo Battlefield è in uscita…

DICE ha annunciato di avere in cantiere ben 12 titoli, tutti pronti per essere sfornati a partire da Aprile 2018 grazie al nuovo motore grafico “Frostbite Engine”.

Avete letto bene, ben 12 titoli sono in progetto in casa DICE e tutto ciò grazie al suo nuovo “Frostbite Engine”. Tra i tanti titoli di evidenza ne possiamo citare alcuni come il nuovo Star Wars, il nuovo Battlefield, il nuovo FIFA dedicato ai Mondiali di Calcio Russia 2018 o la nuova IP di Bioware, Anthem.

In realtà ci sarebbe anche altro: non è infatti uno scoop che EA sia da tempo interessata al mondo della Realtà Virtuale al quale ci si è pure avvicinata con qualche esperimento su Star Wars. Inatti è possibile che la software house possa riavvicinarsi (stavolta con titoli più “seri”) al VR annunciando qualcosa nei prossimi mesi; ma non aspettatevi nulla in tempi brevi perché (per il momento) EA sembra essere riluttante nei confronti della Realtà Virtuale stessa in questo ultimo periodo.

Fonte video: AlmightyDaq

Fonte testo: GamignBolt

 

Condividi l'articolo

_ Articoli