Bully 2 fu cancellato nel 2009
by Marco Tomelleri in
News

Sembra confermato da alcuni ex sviluppatori che Bully 2 fosse in sviluppo presso gli studi di Rockstar New England nel 2008.

Putroppo però il progetto, che aveva già circa 6 ore di contenuti giocabili, è stato abbandonato nel 2009 per favorire la crescita di altri progetti quali Max Payne 3 e Red Dead Redemption.

Dopo il successo di Bully, rilasciato nel 2006 e della Scholarship Edition nel 2008 Rockstar decise di acquisire Mad Doc Software e rinominarla Rockstar New England. Proprio a quello studio venne affidato lo sviluppo di Bully 2.

I 5 sviluppatori intervistati da Game Informer confermano che all’epoca quasi tutto lo studio, composto da quasi 60 persone, stesse lavorando attivamente sul titolo. Durante quel periodo, di circa 12 mesi, molti sviluppatori furono spostati su altri progetti e altri ancora si licenziarono dopo periodi di crunch per lo sviluppo del gioco.

Seppur la mappa di gioco per gli standard attuali fosse molto ridotta, ogni edificio era completamente esplorabile e alcune tecnologie sviluppate, come la rottura dinamica dei vetri o la crescita dinamica dell’erba, trovarono spazio poi nei successivi giochi Rockstar. Altre caratteristiche ad esempio, come alcuni dei comportamenti di interazione degli NPC con il nostro alter ego, furono sviluppate proprio per Bully 2 ed ora le possiamo ritrovare in giochi come Red Dead Redmption 2, titolo che, dalla sua release, ha alzato di molto l’asticella qualitativa negli open world, e non solo.

Secondo voi, questa intervista metterà in pace il cuore dei fan che aspettano ancora il ritorno di Bully? Oppure Rockstar è comunque al lavoro sul franchise in gran segreto?

Share Post:

Related Posts