Rimborsi Steam per Battlefield 2042
by Marco Tomelleri in
Element Weekly News

Cattive notizie per gli appassionati della serie: Battlefield 2042, come molti già sapranno, sta attraversando un brutto periodo.

Il titolo EA infatti, ha progressivamente avuto un’importante calo del numero di giocatori attivi su Steam, fino ad essere sprofondato dietro al precedente Battlefield V, tanto criticato in fase di lancio.

La situazione ha spinto molti giocatori a richiedere il rimborso su Steam, essendo il titolo esclusivamente multiplayer. Quello che ha dell’incredibile è proprio la risposta di Valve, che sembra aver accettato i rimborsi contraddicendo le proprie regole in materia. Infatti sono stati restituiti i soldi dell’acquisto sia a giocatori che hanno giocato il titolo per più di 2 ore, sia a quelli che possedevano il gioco da più di 14 giorni.

Riuscirà Battlefield, magari dopo qualche importante aggiornamento chiesto dalla community, a ritornare sulla cresta dell’onda e a far risalire il numero di giocatori attivi? Vi terremo sicuramente aggiornati.

Spunti di discussione:

  • Cosa ne pensate della vicenda e perchè Valve avrà deciso di concedere questi rimborsi, contraddicendo addirittura le proprie politiche?
  • Ultimamente vediamo troppi titoli che puntano al “game as a service” e che falliscono poco dopo il lancio. Sicuramente sappiamo che per le aziende videoludiche avere anche solo un gioco del genere che funzioni garantisce importanti introiti (Fortnite, FIFA, LoL ecc.) ma varrà ancora la pena puntare a giochi di questo genere nel prossimo futuro?
Share Post:

Related Posts