Sguardo approfondito a Steam Deck
by Marco Tomelleri in
Element Weekly News

Il nuovo hardware di Valve è ormai alle porte e in molti stanno attendendo la sua uscita sul mercato. Steam Deck sembrerebbe l’unico rivale allo strapotere che ha avuto Nintendo Switch per il mondo del portable gaming, promettendo interessanti risultati dal punto di vista delle prestazioni pur rimanendo in un formato compatto.

Proprio in questi giorni però Valve ha concesso a pochissimi famosi Youtuber di provare una versione definitiva del suo prossimo hardware portatile, rivelando le prestazioni della sua macchina senza però entrare nel dettaglio di alcune specifiche funzioni.

LinusTechTips e Gamers Nexus, i due fortunati Youtuber, hanno potuto testare con mano la potenza dell’hardware assemblato da Valve che ricordiamo avere:

  • processore AMD con CPU Zen 2 e GPU RDNA 2
  • RAM da 16 GB LPDDR5
  • 3 diversi tagli di memorie interne veloci da 64, 256 o 512 GB + espansione di memoria

Entrando nel vivo delle recensioni possiamo constatare come lo Steam Deck possa facilmente eccellere nella riproduzione di giochi 2D come “Dead Cells” e senza accenni di fatica duplicare o triplicare il limite di 60Hz impostoci dallo schermo. Queste caratteristiche che era giusto aspettarsi però non deludono quando si passa a software ben più impegnativi, tra i giochi provati abbiamo:

Devil May Cry 5 che è granitico sui 60FPS, Ghostrunner 60 FPS con raytracing disabilitato e 40 FPS in modalità docked su schermo a 1080p, non poteva mancare il solito benchmark di Control che gira sui 30FPS e Forza Horizon 5 che pur mostrando qualche difetto rimane sui 60FPS.

La selezione dei titoli è stata fatta da Valve per mostrare le potenzialità dell’hardware e chiaramente possiamo notare come alcuni titoli girino meglio di altri, almeno in questa fase embrionale.

Per quanto riguarda la batteria invece i due hanno raggiunto risultati simili, nell’ordine delle 2/8 ore a seconda del titolo giocato, probabilmente soddisfacenti per la maggior parte degli utenti.

Tanto poi si è discusso dell’ergonomia della console nei mesi passati e finalmente abbiamo qualche risposta. Secondo gli Youtuber infatti il mix di comandi inseriti sarebbe ottimale per la riproduzione di qualsiasi tipologia di gioco; del resto, sulla console sono presenti 2 stick direzionali, 1 D-Pad, 4 tasti classici su fronte, 2 coppie di grilletti, 4 tasti sul retro e persino due trackpad aptici. Questo mix di input sicuramente permetterà di giocare a titoli per PC molto complessi ma probabilmente a discapito dell’ergonomia di alcuni comandi, che anche secondo i due, non ci sono grossi problemi nell’interazione con i comandi e il feeling percepito è quello di un gamepad “pro”, simile a quanto abbiamo visto per Xbox e Playstation negli ultimi anni.

Abbiamo ancora pochissime informazioni per quanto riguarda il sistema operativo e le funzionalità della console portatile, ma fortunatamente l’attesa sarà ancora poca visto che il lancio è previsto per il 25 di Febbraio.

Che dire, non vediamo l’ora di toccare con mano l’ultimissimo prodotto dal nostro Gabe preferito, e voi che ne pensate? Acquisterete quello che sembra a tutti gli effetti un mini PC portatile da gaming?

Share Post:

Related Posts