Com'è nato DOOM?
by Goz Of Metal in
Element Weekly News

Per l’angolo delle curiosità e consigli per gli acquisti del nostro buon GozOfMetal oggi vi parliamo dell’ultima “novità” inerente all’universo di DOOM

John Romero, uno dei due papà della pionieristica e famosissima serie, ha annunciato che nel primo mese del prossimo anno uscirà la sua autobiografia intitolata DOOM Guy: Life in First Person. Attesa sugli scaffali di tutte le librerie per il 10 Gennaio 2023.

Anche se già nel 2006 David Kushner, autore di Masters of DooM, si prese l’ impegno di raccontare come venne alla luce il primo FPS della storia – prendendosi tutto il tempo per spiegare le tante curiosità del caso – questa volta sarà proprio uno dei due creatori originali a raccontarci gli avvenimenti dal suo privilegiatissimo punto di vista.

La storia di IdSoftware e dei due John (Carmack e Romero) nasconde tantissimi retroscena e per gli appassionatissimi curiosi ci sarà sicuramente un mondo di curiosità soddisfacenti da scoprire. In prima linea, per esempio, come una cricca di particolari metallari sia riuscita a replicare Super Mario Bros. 3 su PC per poi utilizzare le stesse idee di base e cambiare la storia del videogioco.

Per chi ha letto il libro di Kushner questa sarà senz’altro una buona occasione per scoprire qualche dettaglio in più che è mancato in precedenza, per chi invece dovrà affrontare questa lettura in “blindrun” si tenga pronto, possiamo garantire che vi divertirete, ed apprezzerete ancora di più il capostipite di un genere tanto amato quale quello degli FPS Come ormai consuetudine di questi tempi, l’annuncio dell’uscita del libro da ben 228 pagine è arrivato tramite twitter e più precisamente dall’account dello stesso Romero, che così ha scritto:

”Sono liteo di annunciare che la mia autobiografia è disponibile al preorder su @ABRAMSbooks. Per riassumere, è una storia positiva di gratitudine per una vita nei giochi. Lo sviluppo di codice e i giochi stessi hanno cambiato la traiettoria della mia vita. Tratto tutto in dettaglio, comprese le lezioni apprese”.**

Non resta quindi che aspettare l’inizio del prossimo anno per poterci mettere le mani sopra e tuffarsi nella folle avventura di questo instancabile giocatore di DND!

Share Post:

Related Posts