Semiconduttori in crisi fino al 2024?
by V1nc3ntP in
Element Weekly News

Molto probabilmente molti di voi sapranno che le console, schede video e non solo, sono di difficile reperibilità e spesso i loro prezzi non sono di certo molto abbordabili)

Se li paragonassimo a quelli di qualche anno fa, come ad esempio quelli delle GPU, si nota una flessione verso l’alto davvero importante, anche al netto degli aumenti dovuti al normale (dovuta anche al) miglioramento delle caratteristiche degli stessi.

Questa crisi è legata sia alla scarsa reperibilità dei materiali che alla situazione derivata dalla pandemia globale di COVID-19, non è facile prevedere se e quando tale situazione tornerà sotto controllo, ma nonostante ciò qualche addetto al settore ogni tanto prova a sbilanciarsi e a far delle previsioni.

In questi giorni ad esempio, è stato nuovamente il CEO di Intel, Pat Gelsinger, a rilasciare delle dichiarazioni secondo le quali questa crisi dei semi-conduttori durerà almeno fino al 2024. Nei mesi passati, (infatti) la stessa INTEL aveva dichiarato che la crisi sarebbe andata avanti per tutto il 2023.

Queste nuove previsioni sono motivare dell’espansione della crisi nella produzione di altri strumenti, investiti da problemi di reperibilità legata ai materiali carenti.

Il tutto renderà impossibile espandere le linee di produzione, attualmente concentrate soltanto in Asia. Quindi non si potrà far fronte alla sempre più crescente domanda di componenti elettronici.

Vi ricordiamo, infine, che Intel è direttamente interessata alla produzione dei semi-conduttori oltre che per i microprocessori, perché nel corso di questo anno dovrebbero scendere in campo con le loro GPU per diventare il terzo concorrente nel mercato.

E voi che ne pensate in merito? Credete che queste previsioni siano fondate o che la situazione possa ristabilizzarsi in tempi minori?

Share Post:

Related Posts