Le ultime dalla conferenza EA di ieri

Ieri alle ore 20:00 (ore italiane) si è tenuta al prima conferenza dell’E3 di quest’anno: quella di EA. La società statunitense ha mostrato al mondo molte nuove cose e grossi approfondimenti su titoli che già avevano fatto parlare di se, tra questi Battlefield V (del quale, però, conosciamo solo il comparto multiplayer, il singleplayer verrà mostrato oggi alle 22:00 da Microsoft).

Ambientazione e Contesto

Quella che DICE ha deciso di raffigurare, nel suo nuovo lavoro appartenente alla saga di Battlefield, è una Seconda Guerra Mondiale ampiamente alternativa con reinterpretazioni storiche (come le divise ampiamente rivisitate e il posto di maggior rilievo donato alle donne). Gli scenari fino ad ora mostrati rappresentano sopratutto luoghi nordici, freddi e coperti di neve e dominati ora da aerei da guerra ora da sottomarini. Già dal trailer rilasciato ieri vediamo infatti i soldati darsi battaglia tra neve e sangue in uno scenario dove capeggiano i monti e le meraviglie naturali di quell’angolo di Norvegia.

In Battlefield V saranno inizialmente presenti solo due fazioni (inglesi e tedeschi) mentre tutti gli altri eserciti verranno implementati in seguito grazie ad espansioni gratuite.

Grand Operations

Una delle attività di punta di Battlefield V è sicuramente questa: Grand Operations. Si tratta di una vasta operazione militare avente 32 soldati per fazione che si scontrano in tre round (chiamati giorni). Qualora ci fosse una situazione di pareggio la sfida volgerà al termine con un quarto giorno che andrà a strutturarsi sulla traccia dei Last Team Standing, con munizioni ridotte e limitate e una sola vita a soldato. In generale i moveset e le animazioni sono ora molto più naturali e realistiche e la fisica degli oggetti e ambientale ha avuto un picco di miglioramento non trascurabile: ora i crolli e le distruzioni di edifici, veicoli e quant’altro sono molto più realistici e spettacolari. Piccola nota sulla grafica che mantiene il suo margine di miglioramento targato DICE.

Costruisci, Ripara e Sopravvivi

In tutte le mappe di Grand Operations Tedeschi e Britannici dovranno attaccare o difendere i fortini avversari o propri. Prendendo come esempio i Britannici e assegnandogli il ruolo di difensori, essi dovranno difendersi dalle prime ondate di nemici e al contempo organizzare il campo di battaglia, costruendo muri e trincee ove il gioco lo permette (tali luoghi sono contrassegnati da strutture trasparenti delle determinate costruzioni) e posizionando mitragliatrici, cannoni e artiglieria varia, il primo giorno. Tutto ciò che è stato costruito rimarrà in piedi fino ad un ipotetico quarto giorno: qui tutto il campo di battaglia verrà bombardato lasciando in piedi solo i soldati oramai stremati e morenti che dovranno raccogliere forze e munizioni dai corpi dei soldati e ribaltare l’esito della battaglia.

A cambiare è anche il sistema di raccoglimento munizioni e cure che dovranno ora essere prese passandoci sopra, rafforzando così il gioco di squadra e valorizzando alcuni ruoli spesso trascurati. Da adesso quando un’alleato andrà a tempo esso chiederà aiuto anche tramite la voce e i gesti, non solo quindi via testo. Piccola novità è anche la necessità di tornare al campo base per rifornirsi qualora si stesse guidando velivoli o veicoli. Migliorie sono state anche apportate al gunplay, con un rinculo più controllabile e prevedibile.

Battle Royale nella Seconda Guerra Mondiale

Inizialmente DICE ed EA sembravano un po’ titubanti e riluttanti verso la modalità che ormai sta spopolando di questi tempi (quasi invadendo eccessivamente il panorama multiplayer attuale) ma a sorpresa la Battaglia Reale è stata annunciata anche su Battlefield V pur non dando ulteriori dettagli. Ciò ha scatenato molte polemiche un po’ ovunque (anche in sala, durante la conferenza, c’è stato un generale lamento) dato che la maggior parte dei fedeli e dei neofili della saga sono contrari a tale modalità, ritenuta superflua, brutta e rovinosa per il buon nome del titolo.

In attesa di sapere altro…

Dalla conferenza abbiamo saputo anche che la campagna single player si chiamerà Nordlys War Stories e che sarà focalizzata molto probabilmente su scenari di guerra nord europei. Ne sapremo comunque di più durante il media briefing di Microsoft, che si svolgerà oggi 10 giugno alle ore 22:00, state sintonizzati!!