Detroit: Become Human, è l’ultima fatica compiuta dalla casa sviluppatrice Francese: Quantic Dream.

Stessa casa sviluppatrice di: Beyond: Two Souls e Heavy Rain.

Il gioco è un’esclusiva Playstation 4.

Che tipo di gioco è?

Detroit: Become Human, è un gioco di avventura grafica, in terza persona, simile ai suoi due predecessori.

La casa sviluppatrice ha usato al pieno il potenziale della tecnologia Motion Capture, il quale dà l’impressione di essere in una sorta di realtà.

Una delle caratteristiche che lo contraddistingue dagli altri giochi (oltre alla qualità grafica) è il sistema di scelte multiple con il quale i giocatori potranno interagire, e scegliere, nel corso della storia.

Un sistema di scelte che cambierà e intreccerà la trama, dando come risultato, scene o addirittura, finali diversi.

Ma non solo, una volta terminata una scena, il giocatore potrà ritornare su quel livello per rigiocarlo in maniera diversa da come lo ha fatto precedentemente, e scoprire, sempre in base alle scelte effettuate, un finale completamente diverso.

Le scelte, quindi sono la chiave principale del gioco, e persino una singola decisione ha delle ripercussioni sulla trama, che può portare anche alla morte di uno dei 3 personaggi principali.

Qui vi parlo della Demo provata.

Intro al gioco:

Come si può intuire dal titolo del gioco, l’ambientazione è Detroit.

Siamo nel 2038, e l’umanità ha raggiunto un livello di tecnologia avanzata, a tal punto da costruire degli Adroidi, il tutto grazie all’azienda CyberLife.

Questi Androidi, dalle sembianze umane, fanno ormai parte della nostra civiltà e vengono usati per qualsiasi cosa.

Dai lavori più comuni e semplici, come accudire casa e prendersi cura della famiglia, fino ai lavori più avanzati, come lavorare nel corpo della polizia scientifica.

Gli androidi che popolano le strade di Detroit (e di tutto il resto del mondo), non sono semplici Intelligenze Artificiali che rispondono a comando a tutto quello che gli viene chiesto, ma hanno sviluppato dei sentimenti.

Sentimenti che li portano a compiere dei discordi sensati, con il loro punto di vista, fino ad andare a creare dei legami di amicizia con gli umani, e magari chissà, anche qualcosa di più.

Ne possiamo avere un esempio nella Demo che trovate disponibile sullo Store Playstation.

Demo – Prime Impressioni:

La Demo presente sullo Store della Play, peserà più o meno 3 GB

Ci farà vivere una delle tante scene del gioco, in cui impersoneremo uno dei 3 personaggi giocabili del gioco, in questo caso: Connor.

15 Agosto 2038.

La Demo ci fa partire da dentro un ascensore dove abbiamo il nostro primo incontro con l’Androide RK800, Connor, intento ad ammazzare il tempo giocando con una moneta.

Arrivati al 70-esimo piano di questo enorme palazzo, in procinto di andare verso l’obiettivo, l’Androide si ricompone, si sistema la cravatta, proprio come un essere umano teso per un qualche incontro importante.

Ad accoglierci sul posto c’è un agente della SWAT, che non appena ci vede, informa il suo superiore del nostro arrivo chiamandoci: Negoziatore.

Una donna disperata viene fatta allontanare da un agente e si rivolge a noi implorando di salvare la sua bambina.

Ma non appena si accorge del nostro aspetto di Androide rimane impietra, e quasi con disprezzo esclama di voler un umano al nostro posto.

Da qui possiamo capire che non tutti gli Androidi sono ben accetti nella società e che esiste una sorta di razzismo tra Umani e Androidi.

Una volta trovato il Capitano Allen e averci scambiato 2 parole, non molto amichevoli, entriamo in azione.

Dobbiamo esplorare il posto in cui ci troviamo per scovare degli indizi che ci portano alla soluzione della vicenda.

Connor ha l’abilità di scansionare l’ambiente circostante e ricostruire un evento passato, come ad esempio una sparatoria avvenuta pochi istanti prima.

Possiamo avere diversi stili di gioco:

Possiamo andare dritti all’obiettivo senza curarci degli indizi che ci circondano.

Oppure possiamo raccogliere la maggior parte degli indizi (che ci faranno sbloccare nuove interazioni) e quindi modificare il nostro atteggiamento e gli eventi a seguire

La vicenda, nella Demo, segue la tragica storia di una famiglia e del suo Androide.

Dagli indizi possiamo capire che l’Androide di questa famiglia, di nome Daniel, scopre di voler esser sostituito con un altro modello, migliore e più avanzato, quindi va fuori di testa, uccidendo il padre con una pistola presa dalla sua camera, e prendendo in ostaggio la figlia, minacciando di buttarsi dal palazzo.

Il nostro compito è quello di salvare la bambina, guadagnandoci la fiducia dell’Androide “impazzito”, e per fare ciò dobbiamo fare di tutto, anche mentire a Daniel che è sempre più fuori di se, come se fosse in preda al panico.

Possiamo notare dei cambiamenti nel comportamento degli Androidi già da Daniel.

Si può vedere come cambia atteggiamento quando ci confida che lui amava tutta la famiglia, in un tono quasi malinconico, per poi adirarsi di nuovo pensando che quest’amore non era ricambiato e che veniva trattato solo come uno schiavo.

Il gioco presenta una percentuale durante l’avanzamento, chiamata Probabilità di Successo che aumenterà o diminuirà in base alle scelte fatte e agli indizi raccolti.

In questa Demo ci vengono mostrati 6 finali diversi in base alle scelte prese.

I 6 finali possono essere:

  • Salvare la bambina, guadagnando la fiducia di Daniel, che una volta lasciata libera, viene fatto fuori dai cecchini, e quindi rimanere in vita.
  • Salvare la bambina, spingendo l’Androide giù dal palazzo, dandoci troppa spinta e quindi sacrificandoci e cadendo anche noi.
  • Salvare la bambina spingendo Daniel, con la giusta spinta ma facendo da scudo e incassare i colpi sparati da Daniel mentre cade nel vuoto, che ci porta ad una morte.
  • Daniel si butta con la bambina e non riusciamo a salvarla.
  • Daniel si butta con la bambina dopo averci sparato in fronte.
  • Connor spara in fronte a Daniel facendolo precipitare dal palazzo e salvando la bambina.

Essendo un’avventura grafica uno dei suoi punti forti è proprio la grafica, mischiando le cinematiche con la grafica del gioco stesso senza avere un divario che si nota come in alcuni giochi.

Chi sono i 3 personaggi:

  • Connor:

Connor possiamo conoscerlo nella Demo pubblicata sullo store PS4.

E’ uno dei modelli migliori di Androide che la CyberLife ha creato, impersonato dall’attore Americano Bryan Dechart.

Sviluppato per collaborare con gli umani, sopratutto con le forze speciali e aiutarle/affiancarle durante le indagini, dando loro tutto il supporto di cui hanno bisogno.

Il compito principale di Connor è quello di localizzare ed eliminare tutti quei Androidi che sono andati fuori gli schemi.

Come possiamo vedere dalla Demo, è un tipo intelligente, freddo, composto e deciso, e farà di tutto per portare a termine la sua missione.

  • Markus:

Markus, chiamato anche RK200 o Rivoluzionario, è impersonato dall’attore Americano Jesse Williams.

Androide Badante a servizio dell’anziano Carl Manfred, che ha perso l’uso delle gambe, che inizialmente lo vede solo come una macchina, ma pian piano lo inizia a vedere con occhi diversi.

Inizia a trattarlo come un figlio, insegnandogli a dipingere, a conoscere un pó di cultura; tutte cose che andranno a formare il carattere dell’Androide.

Il rapporto dell’anziano con l’Androide è mal visto dal figlio di Carl, che entra in conflitto con Markus.

Situazione da cui evolverà tutta la storia, e che vedrà Markus coinvolto a guidare una rivolta che potrà condurre tutti gli Androidi alla libertà o alla loro completa distruzione.

  • Kara:

Kara, chiamata anche AX400, impersonata dall’attrice Americana Valorie Curry, è un’Androide di tipo domestico, sbriga le faccende e si prende cura dei bambini, parla 300 lingue e cucina oltre 9000 piatti.

Kara esegue il suo lavoro all’interno di una famiglia formata dal padre, ex tassista, adesso disoccupato e abbandonato dalla moglie e la figlia Alice.

Le situazioni muteranno quando l’Androide violerà il lavoro per cui è stata programmata, poiché avendo creato un rapporto stretto con Alice, la difende dal padre violento, alcolizzato e assuefatto dalle droghe, e si ritrovano a scappare insieme, affrontando il mondo.

Data di Uscita:

La data di uscita di Detroit: Become Human è prevista il 25/05/2018 e ricordiamo che è un’esclusiva Playstation 4.

Conclusione:

Un titolo davvero molto sorprendente e diverso dal solito, pieno di qualità, azione e tanti punti di vista diversi, tutti da scoprire e vivere, con un sistema di scelte complesso che farà mutare la nostra esperienza e sarà unica in base alle nostre scelte.

Forse l’unica pecca che si può notare dalla Demo è che il sistema di gioco potrà sembrare troppo semplice, ma sinceramente sono curioso di scoprire come si evolverà il gioco e le difficoltà che si incontreranno.

Sarà bello vedere anche come la trama si intreccerà con se stessa e vederla mutare e/o ruotrare attraverso questi 3 personaggi introdotti.

Ma sarà in grado di colpire nel segno e di lasciare senza parole il proprio pubblico?

Per adesso sta andando tutto bene, un gioco sicuramente da provare e scoprire.