Guida alla Dynamic Queque: come funziona la ladder?

 

Intro

Questa guida è divisa in due parti. Quindi, forever diamond 1, ciallenjour ed lcs players siete pregati di cliccare ctrl+f ed inserire “consigli avanzati”.
Come funziona questa guida? Come una ladder! Più si va avanti, più i consigli riguardano elo superiori! Buona lettura!

Non ho mai fatto una ranked. Consigli? Ovvio! Sia fatta però un attimo chiarezza su quelle che sono le basi storiche, i miti, e le verità legate alla solo QueQue di allora e applicate alla dynamic di oggi in vista anche di quelle che sono le esperienze altrui.
Sia chiaro anzitutto che la visione corretta della ladder, letteralmente della scala, non è quella di una semplice scala a pioli, o di una piramide. Dovete immaginare il mondo della Queque come un gigantesco altopiano oscuro. Per darvi una idea:

Guida LoL
Dove chiaramente voi siete tanti Simba e io sono Mufasa. Perché? Perché ad ogni elo, cioè ad ogni fantomatica division che dovrebbe rispecchiare la vostra qualità, troverete sempre la stessa identica situazione che avreste trovato ad un elo inferiore magari.

Cioè mi stai dicendo che a challenger posso trovare i first time Urgot? Si. Può capitare.
La verità è che fondamentalmente addentrarsi nel centro della landa sconfinata, oscura ed ignota non vi cambierà il gioco, nemmeno arrivando ad un certo punto. Sarà sempre lo stesso, cambia solo la percezione di voi stessi, o meglio, la percezione che hanno gli altri di voi. Perché un giorno quando sarete stanchi e deciderete di giocare una normal per provare il nuovo Champion uscito ieri e magari vi troverete 0-2 in lane, vedrete come la gente inizierà a dirvi “wow noob diamond eloboosted”. Perché è così.

A che serve questa manfrina? A ricordarvi che la ladder non migliora la vostra esperienza di gioco. Se state rankando per quel motivo, potete tranquillamente lasciar stare.
Coach ma sei matto?? No, ma potete provare per credere!
E quindi che ranko a fare? Per soddisfazione personale ovviamente!
Tutto quello che fate in ladder deve essere solo per voi stessi! Non dovete dimostrare niente a nessuno; ma ricordate pure che in questa Season in particolare, cioè piena di premade, se arrivate ad elo alti troverete i Team fatti ad hoc per portare qualcuno ad un certo elo, cosa che si vede spesso anche negli stream più popolari (tutti i fatti e le persone insinuate sono puramente casuali). Quindi fondamentalmente potrebbe capitarvi il quadra premade di Dio che vi carria, oppure il quadra premade best taric Burkina Faso che vi farà perdere anche il vostro perfect game. Da qui, il primo fattore che dovete masterare in ladder.

 

Mindset

Se ne può parlare per secoli, ma il mindset è in assoluto la cosa più importante che potete avete per scalare la ladder. Questo perché rimanere costantemente positivi influisce anche sulle vostre skill. Non significa che una persona determinata al giorno 1 delle sue ranked dopo un mese totale di esperienza di gioco arrivi a diamond. Ma significa che una persona determinata, che inizia a giocare da un anno, con un buon mindset e buone skill, magari la season 1 fa silver, ma la season due la gioca tutta e chiude diamond. Questo succede spesso. Perché?
Perché a meno che non abbiate una conoscenza tale da capire quando il loro Team è più forte meccanicamente e le vostre speranze sono 0, non dovete mai avvilirvi o flammare. Perché a tutti gli elo, soprattutto alti, la gente tende a tiltare.

Tilt? Ma mica siamo flipper da bar! Invece sì.
Per tilt si intende quando una persona entra nella famosa tunnel vision.

Coach ma se non ho capito tilt, come pretendi che io capisca tunnel vision? Abbi pazienza, ora ci arrivo…
Tunnel vision significa che vi state mettendo il paraocchi. Vuol dire che non avete più la percezione di voi stessi, né di quello che vi circonda; dimenticate anche che state giocando per vincere: il vostro unico obiettivo sarà ammazzare quel Teemo.
E questo succede a tutti gli elo, fidatevi. Quindi una partita non è mai persa, a meno che voi non leggiate la scritta Defeat.

Ma io voglio vincere! Quando il mio team fa schifo io vorrei spacare botilia! Tutti vorremmo farlo, ma ci sono dei punti da considerare:

  • L’elo al quale capita. Se capita a gold, non avete scuse: potete vincere da soli fino platino 3, o meglio, vincere buona parte dei game da soli fino p3. Dopo possiamo iniziare a fare un discorso del genere, ma…
  • Se capita una volta non significa che capiterà tutti i game. Basterà semplicemente rimanere calmi ed andare al prossimo game. Poi se succede due volte di fila…
  • Potete fare una pausa! Significa che per qualche motivo quel giorno non va. Il consiglio generale è di fermarsi con le ranked per quel giorno se ne perdete due di fila. Alle volte non dipende da voi, è solo il matchmaker, quindi significa che per quel giorno basta e avanza.

Questo significa mantenere il vostro mindset. Significa rimanere concentrati, avere la visione di gioco solita, non cercare di forzare una cosa che non serve e così via. Fondamentalmente: ricordatevi che si vince rompendo il nexus. Il che ci porta al nostro prossimo punto.

 

Come si vince un game?

Spesso in ladder ci si dimentica a cosa serve fare qualcosa. Quello che non è chiaro è che qualsiasi azione ingame serve solo ed esclusivamente per far sì che il vostro personaggio possa fare una cosa specifica. Per questo ci sono dei sottoruoli! Chiaramente, dipende dal meta quale sia il vostro sottoruolo. Prendere le kill non serve per prendere altre kill, a meno che voi non siate assassini. Prendere una kill serve per prendere un vantaggio, che sarà il primum movens di come si vince.

Vantaggio… su chi? Beh, su di loro. Ci sono vari modi:

  • Farmare più minion
  • Fare kill senza morire
  • Fare più livelli

Una volta preso, si deve gestire, altrimenti si perde praticamente istantaneamente morendo senza portare vantaggio agli altri.

Cioè? Evitare la sindrome di Rambo (vado 1v5 tanto sono feedato e muoio male) per evitare che il vostro team resti comunque indietro. Invece, cercate di permettergli di tornare a fare cose.

È per questo che ci sono quei game dove siamo 20-0 e poi perdiamo? Già. Il concetto da tenere in mente è cosa farci! E la risposta è solo una: push.

Push power

Fondamentalmente, in questo gioco vince chi pusha di più. Le kill servono quando non è possibile pushare con persone che difendono, tutto qui. La logica della kill dovrebbe essere: vado in un luogo, faccio una kill, push. Pushando, di riflesso si prendono gli objectives.

Obiettivi

Si vince con questi, non con le kill. Spesso in ladder si preferisce correre dietro un champion irraggiungibile piuttosto che concretizzare il vantaggio preso magari facendo due kill in teamfight. Perché se io prendessi 2 kill e non ci facessi nulla, non ho preso alcun vantaggio. Ma se faccio due kill, e uso la superiorità numerica per prendere quanti più obiettivi possibili, allora sto concretizzando il mio vantaggio. Quali sono in ordine gli obiettivi? Dipende dalle fasi di gioco e dall’esperienza, ma generalmente:

 

La regola d’oro: dopo aver preso un objective si va back!
Tutto questo come si traduce?

Più push = più objectives

Più objectives = più gold

Più gold = più vantaggio base

Più vantaggio base = ancora più push

E così via finché il nexus giunga e il cerchio si chiuda

 

Queste sono le basi di questo gioco, e fidatevi, non sempre sono scontate.

Ok so come vincere. Posso scalare! No.
Il passo non è così semplice, o meglio, non necessariamente. Anzitutto ora è il momento di fare una distinzione su come salire nei vari elo, tanto per darvi una idea di base:

  • Bronze: connettete le appendici alle estremità delle vostre mani al cervello. Dovrebbe funzionare (cit.) cioè dipende SOLO da voi
  • Silver: 80-20 delle partite dipende da voi
  • Gold 70-30 dipende da voi
  • Platinum: sempre 70-30
  • Diamond: 60-40
  • Master: 50:50

Ma funziona sempre così? No, una volta! Oggi in realtà tolto i primi tre, diventa così:

  • Platinum: 50:50
  • Diamond: 40-60
  • Master: 30-70

Come mai? Perché adesso i premade sono di più. Più Sali, più rischi di trovare gente molto forte, e se non li hai anche tu, probabilmente perderai.
Ma che dici! Mica mi mette contro gli SKT! Ah si? Guarda! Come ho già detto prima, più sale l’elo, più la gente in solo non riesce a salire, più giocano in team con l’unisco scopo di riuscirci.
Cioè oggi più salgo da solo più rischio di non salire? Esatto, Dyrus conferma.

Quindi preparatevi psicologicamente a questa botta! Perché il player medio vuole solo salire, non gli interessa altro (come è giusto che sia), ma capirete che se prima il vostro elo non definiva perfettamente chi siete, oggi c’è il rischio che conti ancora di meno, ma soprattutto, causa questo (non è detto che voi siate 5 premade se beccate 5 premade) potrebbe anche non tirare fuori il vostro potenziale.

Quindi mi serve un amico? Se vuoi ridurre i tempi, sì. Anche 4 non è male.
Ma io sono un forever alone! Arrivare a master in solo richiederà davvero tanta tanta pazienza! Ad elo bassi non è cambiato nulla come già detto.
Siccome in dynamic vanno scelti due ruoli, dovete sapere prima cosa si vuole giocare per dare il meglio di sé. Significa quindi che non ha senso scegliere persone per giocare premade che hanno il vostro stesso ruolo, bensì dovete cercare di essere quanto più eterogenei possibile.

 

Ready, set…

Calma! Dovete capire che ogni season ha il proprio meta e che cercare di prendere dei champ a caso non funziona! È vero che le skill individuali su un champ contano molto, ma quando un champ è troppo svantaggiato non ha senso forzarlo; quindi una buona analisi sul metagame può aiutarvi (qualcuno ha chiesto aiuto? Cliccate qui).
In questo senso, è necessario avere una buona quota dei champ del ruolo che si vuole giocare, con annesse rune e chiaramente skill. Non firstpickate in ranked! Non funzionerà, piuttosto allenatevi in normal fino alla nausea prima di decidere di fare un pick in ranked.

Ed è qui che si svolge il bandolo della matassa. Tutto quello che si trova sotto il platino 3 sta in quel luogo per 2 motivi:

  • Gioca poco
  • Non ha raggiunto la padronanza richiesta per salire ancora

Punto.
Quando si appartiene ad un elo basso, lo si ha per questi due motivi principalmente, non per il team od altro. Se non si riesce a salire da gold con le proprie forze, seguendo rune corrette, meta corretto e build corrette, dipende da noi, non abbiamo scusanti. E non significa per forza che non siamo capaci, ma magari giochiamo una ranked ogni morte di papa.

Quindi sarò gold a vita anche con 4 premade gold? In premade magari no, ma se siete tutti allo stesso livello, potrebbe succedere se non giocate mai e quando giocate siete tutti tiltati.
Ma non posso migliorare le mie meccaniche? Certo che sì!

Giocare a giochi meccanici aiuta moltissimo. Ad esempio OSU! (banalmente), oppure fare un periodo a giochi molto skill intensive. Chiaramente se giocaste ad un korean skill intensive game e non riusciste a fare il vostro ruolo, non potete pretendere di tornare su LoL ed essere molto migliorati. È chiaro che lo scopo di alzare il livello di difficoltà è che, masterando in hard mode, quando tornate a giocare sulla landa a difficoltà minore, vi troverete avvantaggiati di molto.

Basics 2.0

Ci sono alcune raccomandazioni di base da seguire per salire con molta calma e tranquillità. Sono raccomandazioni semplici, alle volte stupide, ma sono la base delle basi. Facciamo degli esempi dei più comuni major mistakes da evitare assolutamente:

  • Non facecheckare. Entrare fisicamente in un cespuglio è sempre un rischio. A meno che io non abbia la certezza assoluta che non ci trovo nessuno, per nessun motivo al mondo si può immaginare di facecheckare a rischio 0.
  • Non chasare chi non posso prendere, e non chasare Singed. Come abbiamo visto, non serve per forza quella kill li se non sono sicuro di farla. Chi scappa in modo strano e perché ci sta portando dagli amici, non perché è cretino. Se scoprite che è cretino cambia tutto, ma in generale, non fatelo.
  • Mai lasciare minion che pushano la vostra lane se dovete recallare. In ogni situazione, la lane la dovete lasciare con i vostri minion sotto la sua torre. Non esiste lasciare una lane con minion che pushano a vostro svantaggio.
  • Guardate la minimappa. Non significa nulla mettere una ward in un punto se io non guardo mai in quel punto. Dovete abituarvi a guardare più la minimappa che la vostra schermata.
  • Non fate i pro se non sapete farlo. 10 streamer su 10 giocano con la visuale sbloccata. Se non siete capaci e morite perché vi ingaggiano mentre guardate altrove (vero Gross Gore?). Se non ve la sentite, non fatelo. Nessuno vi viene a cercare sotto casa.
  • Non morite di Rambo Syndrome. Seriamente, non fatelo. In questa season morire è il più grosso svantaggio possibile. Se non morite per una valida ragione (tipo il mio team fa ace e pusha), cercate di non morire affatto. Il che non significa siate delle pussy spaventate dei minion. Significa siate safe quando serve essere safe e andate in quando serve andare in.
  • Non fate draghi o baron senza le pink ward. Non serve una spiegazione dettagliata del motivo. Chiaramente si riferisce a quando possono essere stealati/contestati. 5 v 0 il baron ve lo potete fare anche in mutande.
  • Non flammate/blammate/insultate. Piuttosto mutate tutto e tutti, e dite gj anche a quello che sta 0-50 intentional feeding. Magari la pianta e la vincete.
  • Infine, dovete conoscere tutti i champ. Non alla perfezione, ma dovete sapere a grandi linee di chi dovreste aver paura e di chi no. Questo serve per evitare quelle spiacevoli (ma frequenti) situazioni in cui “omg Trundle so fed” quando ci ammazza 1 v 1 con score 0-1-0 al minuto 14 e noi magari stiamo junglando Jarvan e siamo andati all-in 1v1 forti del nostro 3-0 (ne avevamo già parlato prima, ricordate? La Rambo Syndrome ti uccide. Letteralmente). Oppure “omg LeBlanc oneshotted me!” quando siete il support e lei sta 2-0.

Quindi se sapete che una determinata cosa non dovete farla, non fatela, anche se siete feedati e lui no, non rischiate robe inutili. Fate il vostro dovere pulito pulito, niente di speciale.

Ok… vado? Si, vai!
Ma come, tutto qui? Beh no, c’è dell’altro a dire il vero…

 

Consigli avanzati

Dando per scontato che chi si trova qui conosce perfettamente la prima parte della guida, quello che vado ad aggiungere ora sono alcuni piccoli trick, più o meno mentali, che possono aiutarvi di molto quando vi trovate ad affrontare elo superiori dove un errore vi costa il game. Iniziamo per gradi.

Odio tutti quelli che pickano “insert champion” perché…

Classica frase all’italiana, se ne vedono ovunque. Va ricordato che nonostante le skill individuali siano importantissime, spesso il meta rema contro e ci si trova costretti a cambiare strada. Quindi quando vi pickano il god tier toplaner, se ci perdete 100 volte su 100, è evidente che sia un vostro errore di fondo. Alcuni direbbero “non hai counterpickato/mi ha counterpickato”. Non credo.
Ogni champ ha un suo modo di giocare, ed esiste quindi un modo per giocarci contro. È impensabile dire “con questo champion non ci si può giocare contro” perché non è vero. Qualora fosse vero, magari va specificato 1 v 1, e quindi significa che basta farmarci contro e aspettare 2 v 1 o teamfight. Semplicemente se io non mi sto feedando in un game, non ho perso. Chiaro, se sono impossibilitato a giocare la mia lane e sto 0-0-0 e tutte le mie lane non possono giocare, beh… probabilmente questa è andata.
Viceversa, magari io sto 0-4 ma non sto tiltando e so che ad un certo punto posso dare il mio contributo, allora non mi arrabbio col jungler, soprattutto se nel frattempo il resto del team sta vincendo tutto. Cosa sto cercando di dire?

KDA

Uno degli errori più comuni è valutare una persona in base al suo score. Tranne quando uno fa 20 game con 20 morti a game, lo score non significa praticamente nulla, che dir si voglia, è così. È un errore per un engager morire quando il team fa ace? No.
Quello che conta in dynamic è una sola cosa: quanti danni ho fatto?
Non rendersi conto che chi porta danni è quello che più probabilmente porta vantaggio è l’errore più comune possibile. Perché quando io mi rendo conto di chi porta danni, per me diventa importante proteggerlo. Se sono io a portare danni, il team deve proteggermi se vuole vincere. Questo chiaramente vale se vogliamo fare fights. Perché, come detto, non si vince solo di fights.

Splitpush

Ci sono quei game dove hanno un waveclear così importante che non si può assediare una torre manco in superiorità numerica. Non si può dire che il game è perso per questo motivo, ma, come tutte le cose, si deve trovare la soluzione.
Lo splitpush è una delle meccaniche di gioco più semplici e più ignorate della storia di questo gioco. Spesso perché la gente vuole farlo con champ che non possono, oppure non lo fa con champ che devono. Ma in fondo, cosa significa? 
Significa che io mi allontano dal team, da solo (conditio sine qua non) e me ne vado a pushare una lane per conto mio.

Beh, nulla di speciale. Che ci vuole? Ci vuole molto, visto che è una meccanica che anche a diamond alto non è chiara. Questo perché non è chiaro quando farlo, dove farlo, e dove si mette il resto del team. Quindi, in poche parole:

  • Si sceglie una delle side lane, e si va lì in solo. Chi va lì? Quello che non muore mai 1v1 contro nessuno di loro.
  • Il resto del team pusha la side lane opposta.
  • Non si spillat in mid / Non si pusha mai in 4 la mid quando ho uno splittato. Questo perché se vi mettete su due lane vicine, con un buon waveclear è facile difenderle. Per questo vi dovete mettere agli antipodi.
  • Appena sono due top oppure 5 bot (e viceversa), il resto pusha e prende quanti più objectives possibili.

E dove sta la difficoltà? Bella domanda. 9 volte su 10, chi splitta vede il team andare mid e non può fare nulla. E ripetere di andare alla sidelane opposta, viene retribuito con del buon vecchio flame.
Splittare ha ancora più senso se si ha il baron. Quante volte sentendo uno streaming avete carpito “1-3-1 push”? Due che splittano, 3 mid. Uno dei due ha disengage, l’altro non muore 1 v 1, gli altri fanno massa. È così che si massimizza il vantaggio. Se non posso fare 1-3-1, faccio 1-0-4 oppure 4-0-1.
Provate per credere, non è semplice come sembra spostare 4 sconosciuti. Per questo in dynamic il gioco si semplifica.

Tornando a “oggi odio questo champ e penso che tutti debbano saperlo”…

Ci sono degli oggetti che sono totalmente sottovalutati e che risolvono le situazioni. Esempio idiota: sapevate che la QSS rimuove la ult di Fiora? Sapevate che la QSS rimuove i knockup? Sapevate che se diventate invisibili la ulti di Nautilus che ha targettato voi, sparisce? O che se lo blindate con Graves o Quinn, sparisce?
Queste piccole cose sono quelle che spostano le partite ad elo alti. Non serve essere degli eroi meccanici, serve solo saperne di più. Quindi quando vi si pone un problema dovete sapere che esiste il modo di risolverlo, sempre. Alcuni sono facili, altri no, dipende da game a game. Ed in senso assoluto, non possiamo pretendere di vincere il 100% delle partite, ma tanto più affiniamo la tecnica, tanto migliori saranno i risultati che otterremo.

E le mie skill? Sono il cacio sui maccheroni. Come detto prima è chiaro che se il livello meccanico è basso le porte rimarranno chiuse per molti. Altrimenti diamond sarebbe accessibile a tutti, e non al 2% dei player totali. E questo, sottolineando che alla fine fino a d1 non si vede grossa differenza, e che comunque, anche a d1 si trolla, si flamma ecc, per non parlare di chi a D1 ci arriva da carriato, poi viene carriato a master, poi si fomenta e droppa a D3/D4 salvo chi si fa ricarriare di nuovo a master (tutti i riferimenti sono puramente casuali)
Succede. Ahimè, succede spesso. Questo introduce l’ultimo capitolo di questa breve guida.

 

Mindset 2.0

Come lo era nei consigli base, torna anche nei consigli avanzati. Arrivare a Master è un traguardo, ma non significa nulla. Iniziare a giocare dicendo “ormai sono master, ormai sono forte” è il primo motivo per il quale dropperete. Il segreto reale è l’umiltà costante. Siate umili per essere davvero forti. Non pensate mai che state per distruggere qualcuno, pensate sempre che lui sia più forte di voi. Prima di giocare aggressivi, tastate il terreno. Ormai sappiamo che la Rambo Syndrome va evitata, ma ricordate che è subdola e colpisce in vari modi. Raggiungendo “insert random goal here” non siamo diventati più forti, ma rischiamo solo di sentirci stranamente diversi perché siamo andati in ladder per soddisfazione personale, e ora lo siamo, quindi giocheremo con l’idea che siamo migliori, più forti, immortali e quant’altro.
E invece no. Da diamond 1 100 lp a Master, non cambia nulla. Siete sempre gli stessi. Se per voi è cambiato qualcosa e vi sentite più forti, per gli altri non è cambiato assolutamente nulla, però preparatevi a tornare da dove siete venuti. Non vuole essere una iettatura, vuole essere la cruda verità. E fidatevi, io di master droppati ne ho visti tanti.

 

Conclusione

L’equilibrio si deve avere tra conoscenza e tecnica. Con tecnica altissima si sale di più che con altissima conoscenza, questo lo sanno tutti. Ma fidatevi, il vero obiettivo di tutti non dovrebbe mai essere il bordo, bensì la certezza di essere migliorati, e di migliorare sempre di più, e di essere così umili da ammettere che la strada è ancora lunga e in salita. Sempre. Noi lo sappiamo, perché è questo quello che facciamo noi coach ogni giorno, seduta dopo seduta:

 

Rendiamo dei cuccioli di Simba dei Re della Savana.