Element Arena, LAN Starcraft 2 a Bologna: 32 sfidanti, vince Ryosis

Iniziamo dalla fine: Ryosis del team Exeed è il vincitore del torneo LAN di Starcraft 2 ‘Element Arena’ (1 luglio 2018). L’evento è stato organizzato da Element Gaming, con il supporto di MSI per il reparto hardware (San Sg1 da Forlì dice conti qualcosa). In particolare a sporcarsi le mani, di brutto, sono stati i membri della sezione SC2 Aoraki e BlackDog. Loro hanno curato tutta la logistica, con poi Monta che è stato l’addetto al trasporto e admin della competizione.  I grazie soprattutto vanno a loro, ci tenevo a dirlo chiaro e subito.

I giocatori sono stati 32. Un record, probabilmente. Dato che c’è tantissimo da scrivere, lo farò a tappe. Un bel report vecchio stile, come si faceva nei forum. Non scrive il giornalista della real life, ma il player part-time e vostro affezionatissimo caster. E’ stato bello. Un’oasi nel deserto. Godetevi il viaggio, fra cronaca e retroscena.

I preparativi: ma si fa ‘sta LAN?

I dubbi non sono mai venuti, ma quando la tua location figa, la Lega Nerd di Bologna, ti viene tolta per fatti a te superiori (vendita del posto) un attimo di scompenso ti piglia. Sapere che le postazioni saranno meno del previsto, uguale. No problem. La sede dell’Element Arena diventa il Circolo Evolution, covo di nerd purissimi, ma che è tutto da preparare. Cavi, sim card gigadotate, postazioni MSI invadono i campi di battaglia di giochi da tavolo meno avvezzi al digitale. “Evoluzione completata”. Non ci sarà però la possibilità di offrire uno streaming. Tutto sarà votato alla buona riuscita dell’evento, per far divertire e competere al meglio i player. I problemi saranno pochissimi. Voto diesci, un po’ meno alla comunicazione esterna. Che comunque in pagina Facebook c’è stata, anche se meno di quanto sperato.

La vigilia: gioco e uscita a Bologna

Tranquilli, solo qualche flash. Sabato è proseguito il raduno della sezione Element Starcraft 2 iniziato il venerdì. Giochi, trollate e foto che dovranno rimanere private. La sera tutti in centro, con qualche player, specie Exeed, residente di zona. Come brave roach seguiamo il trenino Mark, che però poi dentro una cartoon-disco ammetterà: “Ho failato”. Solo più tardi, quando tutto sembra finire, compare Diord, meglio noto nella community come ‘Il Bellissimo’. Si ripete il rito di baci e abbracci, poi si riparte verso il B&B che sta a 50 minuti a piedi. Altro stop al baretto e poi si torna davvero al lettuccio. Niubshock il giorno dopo mi dirà: “No, dovevate venire con noi, siamo stati in un posto dove c’erano gli anarchici, bruciavan cose dappertutto, era bellissimo”. So close.

Via al torneo: i gironi

Siamo in 32 con 8 postazioni. Not bad, ma ci siamo preparati. Il formato è di quelli dramatici: 8 gironi da 4, bo1 stile GSL, passano in due. Chi perde farà torneo secondario. Poi nei Ro16 sorteggi: chi passa per primo è testa di serie e troverà qualcuno arrivato secondo, non incontrato nel girone. Poi bracket, bo3, ma fino alla semifinale: qua si sorteggia ancora. Finale bo5.

I gironi vengono costruiti su base MMR e sorteggi. Eccoli a voi:

GIRONE A: Ryu (Exeed), Rommel (Air), TornadoRev (Decima), BeerKiller (Element)

GIRONE B: Ryosis (Exeed), UrunHero (Element), Squall (Exeed), Fluffly (Element)

GIRONE C: Diord (Exeed), Niubshock (Element), Edhrin (Element), Sg1 (Element)

GIRONE D: Garlard (Element), Blooddrop (Air), Kabal (Decima), MambaNero (Element)

GIRONE E: Mark (Exeed), Near (Element), Leovil (Air), Monta (Element)

GIRONE F: Gropher (Exeed), Plague (Element), Aoraki (Element), Mobius (Element)

GIRONE G: Purce (Air), BabyMarine (Exeed), BlackDog (Element), Proch (Element)

GIRONE H: Baduer (Exeed), Glomnar (free agent), KarlSiegt (Element), Mannaggia (Mannaggia)

Passano al winner tournament i favoriti. Con un risultato inatteso però: nel girone F sarà Plague ad arrivare primo, relegando Gropher al secondo posto per un potenziale match esplosivo nel Ro16.

Durante le partite vengono fatti gli auguri a Kabal, a cui è nato un bel pargolo futuro player (#salutiaifiglideidecima) e a BabyMarine per il suo compleanno. Che poi è nato lo stesso giorno del fratello, Riccardo Romiti, meglio conosciuto come Re Riccardo ‘Reynor’ pupo d’oro Romiti. E quindi applausi a scena aperta: community in delirio.

LOSER TOURNAMENT– L’altrimenti detto ‘Torneo degli eroi dell’esport’ o ‘Lista delle vittime sacrificali immolate sugli altari della skill’ è vinto da Blooddrop. KarlSiegt era l’altro finalista, che ha dovuto abbandonare quando era sotto 1 a 0 causa treno. E pc trollerino. Sniff sniff, sento odore di potenziale ‘Drama Series’…

Bo16 – Bo8

Qua le cose cominciano a farsi serie. Fra l’altro riusciamo a metter su la stanza con megaschermo per il cast in LAN (BlackDog mai domo, che giocatore). Finalmente casto anche un po’ e mi porto a casa un colpo indiretto di ‘Guido Meda’, grazie ignoto che lo hai detto dal fondo della sala. Ma passiamo agli accoppiamenti, con relativi passaggi del turno:

Ryu        ___ Ryu
Kabal                            ___ Ryu
Baduer  ___ Baduer
Gropher

Diord              ___ Glomnar
Glomnar                                 ___ Glomnar
Purce              ___ Purce
TornadoRev

Ryosis           ___ Ryosis
UrunHero                            ___ Ryosis
Garlard         ___ Garlard
BabyMarine

Mark           ___ Mark
Niubshock                        ___ Mark
Plague         ___ Plague
Leovil

Commentando un po’ i risultati devo dire che veder uscire al Ro16 un mattatore bullo come Gropher dispiace. Baduer però è un osso duro, tanto che nella Bo3 con Ryu strapperà un game. Lo ZvZ resta una scommessa pericolosa. Lo scalpore invece c’è quando Glomnar batte Diord, arrivato carichissimo alla LAN. Il mirror è infido: “Basta sbagliare cosa produrre come prima unità e perdi – ha detto Lucio nel post partita – Glomnar ha giocato comunque molto bene bel“. Ryosis poi è uno schiacciasassi, Mark fa il suo dovere di testa di serie e si fionda anche lui in semifinale.

Ro4

Bam, sorteggi e colpi di scena. Prima di partire Glomnar annuncia la sua rinuncia al torneo, causa treno. Subentra Purce. Sono 4 zerg. Si va a pescare i nomi della prima semifinale: Mark pesca Ryosis e Ryosis pesca… Mark. Era destino. Mani nei capelli per Purce, che sperava in un accoppiamento diverso da Ryu. Poi torna Glomnar: “Ragazzi niente, ci sono, ho un treno anche dopo”. Gli viene comunicato che i pairings sono già stati fatti e che quindi gioca contro Ryu. Mani nei capelli per Glomnar.

Le Bo3 vanno come il destino e l’Italy Cup ci hanno insegnato: la finale sarà Ryu – Ryosis. “L’allevio ha confermato di aver superato il maestro” sentenzia Mark alla fine della sua Bo3 con il collega Exeed.

Finale

Siamo alla resa dei conti. Si sfidano i più forti, due modi di concepire gli zerg diametralmente opposti. Difensivo e reattivo Ryu, tarantolato e proattivo Ryosis. Catenaccio e contropiede contro pressing a tutto campo. Ad impressionare è il secondo game. Già sull’1 a 0 Ryosis si imbarca nel muta contro hydra-lurker, un mismatch solo all’apparenza se hai le sue capacità: costantemente aggressivo, riduce le possibilità di espansione economica dell’avversario, limitando il numero delle hydra per poi chiudere con un ultimo attacco con i baneling che esplodono sopra i lurker. La nube di muta fa il resto. Il terzo game Ryosis si permette anche l’all-in di monoling, ma sarebbe stato troppo. Ryu non si fa sorprende, 2 a 1.

Questo però è il torneo di Ryosis, che va a prendersi il game successivo praticamente alla prima pressione con i ling. “Volevo troppo quella coppa” dirà a fine partita, e la sua soddisfazione nell’alzarla dimostra quanto ci tenesse. Ryu è stato semplicemente superiore a tutti, ma non ad un Ryosis in forma DreamHack. Qualche parola riesco a strappargliela: “Niente tornei ora, mi allenerò”.

Saluti

Ci sarebbe tanto altro da raccontare… un mio amico che è passato a vedere per un paio d’ore il torneo venendo da Pavia, Mark che consiglia BabyMarine su come gestire la pressione con fare paterno (<3),  TornadoRev che pressa per tornare a casa presto a fine torneo ma che alla fine sta un’ora sul posto e aiuta a sbaraccare. E poi Edhrin che ancora chiede in giro “annamo a magnà qualcosa de tipico”, Glomnar che non farebbe mai certe pratiche sessuali (Vincent era già più possibilista mi pareva), Urun che dorme sulla poltrona senza braccioli con la posa da Tenente Colombo… tante piccole cose che insieme fanno un grande tutto.

Speriamo in altre volte. In più possibilità, meno sterile saccenza e pari passione.

Per la community. Per quel maledetto gioco stupendo che è Starcraft 2.

Buona ladder.

Mobius

Photo Gallery

Element Arena LAN Bologna 2018

Element Arena Bologna 2018 2

Element Arena Bologna 2018 3

Element Arena Bologna 2018 4

Element Arena Bologna 2018 5

Element Arena Bologna 2018 6

Element Arena Bologna 2018 7

Element Arena Bologna 2018 8

Element Arena Bologna 2018 9