Considerazioni sulla Lega degli Esploratori e sullo stato attuale del gioco di Simonedeho

 

Come molti si aspettavano, il 6 Novembre Blizzard ha annunciato l’uscita di una nuova avventura per Hearthstone, “Lega degli Esploratori” o “League of Explorers” per chi preferisce, che si differenzia da quelle precedenti per essere distribuita in 4 settimane (invece delle 5 “standard”).

Vi avevamo lasciato qui con il trailer e le informazioni, ma ora Simonedeho ci parla delle sue considerazioni personali di questa nuova uscita e soprattutto dello stato attuale del gioco…

Un’altra particolarità di questa avventura è l’uscita immediata dopo l’annuncio (chi gioca ad HS da qualche tempo sa bene come tra la rivelazione e l’uscita di una nuova espansione/avventura solitamente passava un arco di tempo pari a circa un mese). Io stesso sono rimasto molto sorpreso da ciò, considerando che una strategia di questo tipo non lascia assolutamente tempo per costruire “hype” attorno alla stessa con la rivelazione delle singole carte “spalmato” su diverse settimane.
D’altra parte, questa mossa può essere determinata dal fatto che un’avventura non ha un giorno in cui viene “lanciata” e l’evento si esaurisce nel giorno stesso, per cui probabilmente l’attesa di un mese ed un mese per il completamento delle ali sarebbe risultata troppo “ingombrante” per Blizzard, se teniamo conto del ritmo a cui potrebbero essere state previste le nuove espansioni/avventure.

In questo modo, l’ultima ala di questa nuova espansione verrà aperta nella prima metà di dicembre, quindi in un periodo in linea con il lancio di GvG nel 2014 (di conseguenza, possiamo aspettarci una nuova espansione per i primi di Aprile 2016).
Un pensiero comune a molti, me compreso, è stato:

“Ma è davvero necessaria una nuova avventura?”

A mio parere la risposta è no: per i nuovi players ogni avventura significa un muro di 20€ tra loro e carte importanti per poter essere competitivi in torneo (in ladder è un discorso diverso, si può tranquillamente arrivare a Legend senza le avventure, supponendo che Legend sia un ottimo traguardo per un giocatore che ha iniziato da poco), facendo sì che potenziali nuovi giocatori si sentano sempre più scoraggiati dalla barriera del “pay-not-to-grind” (mi piace chiamarla così invece che “pay-to-win”, perché alla fine tutto è acquisibile giocando, ma non nel breve periodo; allo stesso tempo, come detto prima, non servono per forza le avventure per raggiungere buoni traguardi in ladder).

In secondo luogo, quello di cui molti giocatori si lamentano in questo periodo non è dello scarso pool di carte, ma di una serie di problemi che Blizzard potrebbe facilmente risolvere oppure di nuovi contenuti facilmente implementabili. Ad esempio:

  • L’aggiunta di nuovi deck slots per evitare la continua cancellazione di quelli giá esistenti;
  • Una revisione del sistema di ladder, che premia soprattutto i deck aggro per la maggior quantità di game effettuabili in rapporto al tempo (magari introducendo un sistema di ban di una singola classe, oppure allungando la durata delle season);
  • Una revisione anche della Legend ladder, che diventa veramente troppo “instabile” verso fine mese, con un match-making system che può abbinare Top 100 Legend a Rank 2 (per fare un esempio), causando una perdita di rank eccessiva dei primi nel caso di sconfitta e solo un piccolo guadagno di posizioni in caso di vittoria; inoltre, il fatto che solo i rank a fine mese siano quelli decisivi per l’attribuzione di Blizzcon Points è qualcosa di sbagliato a parere di molti, dato che una pessima prestazione nell’ultimo giorno di season può compromettere il lavoro di un mese per rimanere costantemente nella top 100;
  • Una maggior frequenza nelle “balance patches”, per evitare che i deck palesemente troppo forti possano dominare per un periodo troppo lungo (cosa che dovrebbe essere attuabile senza troppe difficoltà, grazie alla caratteristica di Hearthstone di essere un gioco completamente online, senza limitazioni legate a copie fisiche delle carte);
  • L’aggiunta di nuove modalità di gioco, come la tanto richiesta modalità torneo (sarebbe un ottimo modo per allenarsi per tornei reali e non sarebbe difficile da implementare se si utilizzasse un sistema simile a quello visto in altri giochi online per strutturare tornei).

 

Fatte queste considerazioni, entriamo nel dettaglio dei contenuti che verranno introdotti con la Lega degli Esploratori: quello che voglio proporre non è una singola review carta per carta, perché mi rendo conto di quanto sia difficile sintetizzare tutto in poche righe senza scrivere un papiro pesante da leggere; vorrei invece soffermarmi sulla nuova meccanica “Rinvenire” od anche “Discover” e su come l’RNG sia stato “trattato” in questa avventura.
Al momento della rivelazione, Discover è stata subito commentata live da migliaia di utenti su Twitch con frasi tipo: “More RNG DansGame” oppure “EleGiggle RNGSTONE EleGiggle”.
Inizialmente ho pensato la stessa cosa, ma riflettendoci mi sono convinto che, pur essendo una meccanica legata all’RNG, Discover sia un’aggiunta “sana” per il gioco: prima di tutto, le carte “discovered” vengono aggiunte alla mano e non messe in campo, limitando l’impatto immediato delle stesse; in secondo luogo, le carte aggiunte con “Discover” sono solo carte di classe oppure neutrali, per cui le combo sbilanciate che si potrebbero avere mettendo insieme carte di più classi non potranno divenire realtà grazie ad essa (cosa che invece abbiamo con Portale Instabile e Sparamagie).

In ultima analisi, la meccanica potrebbe favorire la nascita di deck incentrati sul “superare il limite di 30 carte”, ovvero deck con minion che “ciclano” se stessi grazie a “Discover”, promuovendo uno stile di gioco più lento.
Per tirare le somme, sono contento di come l’implementazione di nuove carte con effetti random stia prendendo una direzione diversa rispetto a prima, nell’ottica di un RNG “controllabile” e non di immediato impatto sul game.

Per quanto riguarda le singole carte, invece, non posso dirmi veramente entusiasta di ciò che la nuova avventura introdurrà; la sensazione è che, come per TGT, parecchie carte siano una sorta di “filler”, ovvero ingiocabili e veramente insensate. Due su tutte, Cacciatrice di Reliquie e Lama Maledetta: carte con un design tra i peggiori mai visti, per motivi che si spiegano da soli leggendo i testi delle suddette carte. Allo stesso tempo, le carte che più reputo interessanti sono Ragno delle Tombe e Gorillabot A-3 nell’ottica dei deck incentrati sulla meccanica Discover, Ser Pinnus Mrrgglton (ottima in deck poco giocati come Face Warrior oppure Mech Shaman, in cui l’Hero Power di classe sinergizza ben poco con la strategia del deck), Brann Barbabronzea (potenzialmente ottima in diversi deck, bisognerà vedere quanto effettivamente varrà la pena di includerla a scapito di scelte più “solide” e meno situazionali), Raptor Cavalcabile (sembra ottima in ottica Aggro Druid, dove i minion “sticky” possono garantire maggiore value a Ruggito Selvaggio; inoltre tradda 1×1 con la prima parte di Segatronchi Pilotato), Dromedario Errante (potrebbe essere una buona carta per Midrange Hunter, magari in 1x), Torcia Abbandonata (ha potenziale in Freeze Mage e forse in Tempo Mage), Guardiana di Uldaman (carta veramente versatile, può rimuovere body grossi come Ysera oppure buffare le proprie reclute), Tumulazione (una rimozione da tenere in considerazione per Control Priest), Raptor Riesumato (carta fortissima per stats combinate ad effetto, bisognerà vedere se potrà nascere una sorta di minion-based Rogue che la possa sfruttare al meglio), Trogg delle Gallerie (buona carta per l’early game dello Shaman, soprattutto se combinata a Totem Golem di secondo turno) ed infine Losco Venditore (magari in uno Zoo con una curva più alta dove il mana non speso a fine turno può essere utilizzato per giocare la carta aggiunta alla mano dall’effetto).
Sono degne di nota, infine, Scimmia Feroce e Protettore di Ossidiana in ottica arena, perché con il nerf della Cantaguerra la situazione è notevolmente peggiorata per una delle classi già prima in grande difficoltà (#ArenaWarriorsMatter).

 

Questo è tutto riguardo alle mie considerazioni sulla Lega degli Esploratori e su come il gioco potrebbe migliorare, fatemi sapere come la pensate voi!

Non perdetevi le vicende di Simonedeho, sulla sua Pagina Facebook!

__________________________________________________________________

Ancora non fai parte della Element Gaming? Cosa aspetti? Iscriviti qui!