Brutta reazione da parte dei mercati al Nintendo Direct dell’E3 2018

Il Nintendo Direct dello scorso 12 Giugno ha deluso moltissimi fan della casa di Kyoto che anziché vedere titoli già annunciati ma mai mostrati, come Bayonetta 3, Metroid Prime 4 o Pokémon per Switch, si son trovati di fronte un lunghissimo reveal di 25 minuti di Super Smash Brawl Ultimate e pochissime novità di rilievo (se non Super Mario Party o Fire Emblem Three Houses). Questo scontento generale non è arrivato solo sulle bocche dei fan ma anche nelle borse che oramai decidono l’esito di una conferenza a favore o meno dell’azienda che la conduce (in base, appunto, al livello di gradimento degli spettatori di tale conferenza).

Per farla breve, stando alle segnalazioni dell’analista di Niko Partners, Daniel Ahmad, l’ultimo Direct di Nintendo ha causato un pesante crollo delle azioni della grande N del ben 7%. Un segnale forte dunque che non va sottovalutato e che deve far capire a Nintendo dove ha sbagliato: una line-up povera e decisamente sotto le aspettative. La domanda quindi sorge spontanea: riuscirà la casa giapponese a rispettare le aspettative di vendita software e hardware per quest’anno?

Nintendo stock down almost 7% after the E3 showcase.

Many analysts are doubting if Nintendo can achieve hardware and software sell in targets for Switch after the 2018 lineup was revealed. A lot riding on Smash and Pokemon this year. pic.twitter.com/1lhss0EZpZ

— Daniel Ahmad (@ZhugeEX) June 13, 2018

E voi cosa ne pensate? Quello di Nintendo è stato un flop anche dal vostro punto di vista?