Overwatch è un gran gioco. Lo sapevamo, ma ora ne abbiamo la certezza. Ecco le prime impressioni, dopo le primissime ore di gioco.

Ricorda che Element sta cercando giocatori attivi per la nuova sezione di Overwatch. Iscriviti!

 1346e21f473a4b01e5df749cb8k906967

Grafica: (test: geforce 760 con processore i5-2500k)
Risoluzione:[email protected]
Qualità grafica pre-impostata: ALTA (Possibili: Bassa , Media, Alta, Ultra, Epica).

La grafica è incredibilmente fluida. Ho una media di 95-100 fps, con leggeri drop a 70 fps durante gli scontri concitati, e 130 fps guardando fisso per terra.
E’ inoltre molto scalabile. Il gioco è quindi compatibile anche con PC di vecchia generazione. Non si può cambiare il field of view (FOV), che però è dinamico.

Netcode: molto responsivo. I colpi entrano, entrano bene, in testa. L’hitbox è ben visibile.
I nemici cadono.

Mappe: suggestive, molto ben caratterizzate. molto diverse tra loro nel design, sia funzionale al gameplay che puramente estetico.
Egitto, Inghilterra, Russia, Giappone, Spagna e Africa: ogni mappa ha il suo stile personale.
Le mappe sono sviluppate anche in altezza: la verticalità è un aspetto fondamentale di Overwatch.
Molti personaggi infatti sono progettati per massimizzare i loro danni quando si trovano in posizioni sopraelevate rispetto agli avversari. Principalmente gli eroi dotati di lanciagranate e lanciarazzi. Bisogna sempre guardare sopra la propria testa.

Senza nome22222

Obbiettivi: sono benomale gli stessi già visti in molti fps: difesa e attacco di due obbiettivi consecutivi, oppure scortare un veicolo lungo un tragitto.  La squadra offensiva deve organizzarsi per assaltare in maniera coordinata l’area dell’obbiettivo. Andare da soli equivale in molti casi ad un suicidio. La squadra difensiva invece, deve limitarsi a difendere il più a lungo possibile (oh rly?), sfruttando tutto il l’arsenale tattico e il vantaggio di posizione, piazzando torrette e scudi nei posti giusti, e così via. In questo gioco bisogna sempre adattarsi alla situazione, che dipende da infiniti fattori.

Gameplay: In molti fps devi pensare principalmente a sparare. Qui devi invece tenere a mente il tipo di nemico
che hai di fronte, e in base a quello agire, o aggirarlo.

La barra della salute sopra la testa dei vostri nemici, anche quelli lontani.
Questo aggiunge un grande livello di strategia perchè vi permette, come in un MOBA, di decidere sempre quale sia il miglior target da “focussare“.

La vicinanza con i moba si vede proprio qui: l’estrema differenza di gameplay tra un eroe e l’altro genera infinite combinazioni di team-compositions, sinergie tra eroi e le loro abilità. Il gioco di squadra è tutto.

E’ necessario quindi che all’interno di un team (6 persone) vi sia una scelta di eroi più variegata possibile. Fondamentale la presenza di un tank, di un supporto, e di classi healer e DPS, come in ogni party che si rispetti.

Nonostante ciò, esistono mille approcci e strade per raggiungere un obbiettivo, così da permettere ad ogni eroe di percorrere la strada piu conveniente. Dall’alto, dal basso, di prepotenza o di soppiatto: puoi farti largo sfruttando lo scudo del tank, o arrivare dall’alto saltando o volando, o teletrasportarti nella mischia, o arrivare invisibile, o ancora limitarti a lanciare granate dal tetto di qualche palazzo, liberando l’area, e così via.

Gli headshot fanno 2x danno.

Alcuni eroi possono resuscitare i propri compagni sul campo di battaglia.

Il crowd control, tipico dei giochi di ruolo, è qui implementato in maniera eccellente: alcuni personaggi sono in grado di bloccare l’avversario, depotenziarlo, rallentarlo, oscurarlo e così via, aggiungendo così ulteriore profondità al gameplay orientandolo verso il totale gioco di squadra.

Esiste una progressione degli eroi durante la partita?  NO.
Qualcosa di simile al “farming“? NO
Però i giocatori più bravi, possono utilizzare più spesso l’abilità speciale (la più devastante, se ben utilizzata).
Ogni eroe infatti, oltre alla propria arma base, è dotato di un paio di abilità standard (con cooldown), e di un’abilità speciale, attivabile solo dopo aver accumulato abbastanza punti. Questa è un’importante differenza con i MOBA, nei quali l’abilità finale (R) è attivabile semplicemente dopo la fine del cooldown.

Come si ottengono punti per utilizzare l’abilità finale?
Facendo danni, subendo danni, assorbendo danni tramite gli scudi difensivi e curando gli alleati.
Questo permette ai giocatori più abili di utilizzare l’abilità speciale con un’alta frequenza. Ovvero, se sei forte, devasti.

Senza n6666me

Bilanciamento: pur essendo una beta, e sapendo che la blizzard modificherà e ritoccherà all’infinito i parametri degli eroi, si nota già l’estrema cura nel bilanciamento. Ogni personaggio ha dei pro e dei contro molto marcati, e questo fa si che ognuno di essi sia perfetto in determinate occasioni e sconsigliato in altre. Per questo motivo, c’è la possibilità di cambiare eroe ogni volta che si viene killati.

Durante la selezione degli eroi, nella schermata di pre-match, il sistema consiglia le classi più necessarie in base a ciò che hanno pre-selezionato gli altri giocatori. Esempi: “nessun ingegnere., nessun tank, nessun eroe di supporto, troppi eroi uguali”. Questo permette di formare squadre bilanciate, che non abbiano punti deboli.

Lunghezza dei match: In generale le partite sono molto brevi, ma dipende dalla disparità tra i due teams. Una buona difesa può prolungare di un bel po’ la durata della partita. Il respawn inoltre è di soli 10 secondi e si arriva in poco tempo al centro dell’azione. I match sono quindi brevi ma intensi.  I tempi supplementari permettono dei ribaltoni finali.

Animazioni : veramente cool. Mamma Blizzard sa come dar vita alle texture. I personaggi si muovono con estrema fluidità e realismo.

Hud: è pulito, con tutte le info necessarie e i cooldown, come in un moba, ma SENZA MINIMAPPA, e questa è una peculiarità.
Questo per molteplici motivi: innanzitutto ci sono eroi che hanno abilità di tracciamento. Questo fa si che in ogni team debba esserci sempre qualcuno
che si occupi della vision.Senza nobbbbbme

Progressione: al momento non è ancora stata implementata una progressione, punti esperienza, monete di alcun genere, in quanto gli eroi nella closed beta sono già tutti sbloccati, e non vi sono abilità o da acquistare nè elementi di personalizzazione (skin ecc..). In futuro, le cose cambieranno, come la Blizzard ci ha già abituato.

Musica: Interesserà poco ai players competitivi, ma la musica è comunque molto piacevole. Il doppiaggio in italiano è come sempre di alto livello.

Killcam: molto utile in un gioco come questo visto che ti permette di capire come sei morto, e di imparare le strategie degli avversari. In un gioco del genere si viene fatti fuori nei modi più svariati ed impensabili.
Inoltre la migliore azione della partita viene riproposta in replay a fine match.

Statistiche: di fine mappa, molto interessanti e ben curate, e mostrano il numero di kills, le serie di uccisioni, il numero di abilità andate a segno, i record personali. C’è persino la possibilità di votare il MVP (miglior giocatore della partita), scegliendo tra i quattro giocatori che hanno totalizzato le statistiche più alte.

terza partita alo


EROE PROVATO A FONDO: Soldato-76, l’eroe del tutorial.

Senza nofffffme

Soldato-76 è un eroe molto bilanciato, con qualità sia offensive che difensive. Dotato di un fucile d’assalto classico, una cura ad area posizionabile ed un lanciarazzi. Inoltre può utilizzare lo scatto. L’abilità finale permette di utilizzare l’auto-aim per un breve periodo.

Come si gioca?
Il linea di massima, bisogna mantenersi a media distanza, coprendosi dietro gli angoli. Piazzare la cura, esporsi e coprirsi (duck and cover). Quando vedi un nemico, e sei sicuro di colpirlo, dopo aver preso la giusta traiettoria, lanci il razzo con il tasto destro del mouse (che ha un cooldown relativamente lungo).
Il razzo è utile in molte occasioni: serve per terminare un nemico già abbondantemente ferito, o per stanare i nemici che camperano da lontano, sfruttando il danno ad area.  Ma non avere fretta, prendi bene la mira. Sfrutta inoltre l’altezza quando possibile, il razzo è molto valido dall’alto verso il basso, quasi inutile nella situazione opposta. Infine, una volta disponibile l’abilità finale, ricordati di curarti prima di utilizzarla, e di avere già individuato i tuoi nemici. A quel punto attivala, ed entra nello scontro, sparando a più non posso, sfruttando l’auto-aim che questa abilità ti conferisce.  Non sprecare l’abilità contro un solo nemico, cerca di portarne via il più possibile. Ma non esagerare: in mezzo a troppi nemici verrai sciolto in men che non si dica.


A breve ulteriori news riguardanti il gioco.

Ricordati di iscriverti alla sezione di Element Overwatch.VolantinoOver2

Infine, ricorda che Element supporta la community Overwatch Italia