Starcraft 2: StarEagle è un giocatore Element

Da qualche tempo porta la nostra tag, con la quale si è anche presentato al torneo lan di Roma al Level Up del 10 ed 11 dicembre. Ora lo annunciamo ufficialmente: Maurizio Carioti, aka StarEagle, è un giocatore degli Element Starcraft 2.

StarEagle: un pezzo di storia italiano del gaming competitivo. Semplicemente uno dei player di Starcraft più forti di sempre della penisola. Ha cominciato a giocare nel 1998 a Broodwar, con la vittoria di molte lan e tornei online. Nel 2011 sbarca su Starcraft 2 e le soddisfazioni non mancano. Tanti piazzamenti d’onore: 3° posto all’Insomnia, top 8 al Wcs presso l’Ericsson Globe di Stoccolma, vinto il DreamHack Byoc day3, 8-12 al primo Wcs Europe.

Da segnalare poi la top 64 al DreamHack Winter, il 2° posto alle qualificazioni italiane del WCG a Roma, ed altre tappe importanti ed internazionali come il 13-15° posto al WCS Continentals Final di Stoccolma e la qualificazione al WCG China conquistata al Lucca Comics&Games 2012. Top 8 all’indimenticato VasaCast Invitational, mentre nel 2013 altri piazzamenti con, come canto del cigno, il 1° posto al VasaCast Summer Party.

Poi il silenzio, fino al 10-11 dicembre 2016, dove grazie al sostegno Element StarEagle si presenta al torneo Level Up targato Tes, dopo anni di inattività. Strappa un 4° posto. Battuto in semifinale dal fenomeno del presente e del futuro italiano Reynor. Qua il bracket.

Ma non tiriamola per le lunghe: eccovi l’intervista a tutto tondo al nostro campione. La prima parte risale a qualche giorno prima della lan di Roma, l’ultima domanda invece è stata fatta dopo. Parla chiaro e diretto Maurizio e quella porta socchiusa finale…

Buona lettura!

Ciao Mau, partiamo un attimo dal passato. A quale dei tuoi tanti successi sei più legato?

Credo che il periodo delle lan in Inghilterra e in cui ho vinto il BYOC#3 al DreamHack sia stato il mio miglior periodo di forma. Sono quindi molto legato a tutti i buoni risutati ottenuti in quel periodo.

Ti manca la scena competitiva?

La scena competitiva è ciò che mi manca di più di Starcraft 2. La competizione è ciò che ho sempre amato di questo gioco e credo sia il suo punto di forza. Mi è mancato molto in questo periodo, ma allo stesso tempo devo ammettere che, a cause dei numerosi impegni, soprattutto lavorativi, e per gli anni che passano, ho dovuto concentrarmi su altri obiettivi.

Pensiamo al presente: che obiettivi hai adesso?

Sicuramente la mia priorità è la carriera. Ho avuto la fortuna di trovare un lavoro che mi piace, e per quanto debba lavorare molto, a volte anche nei weekend, spero di portarlo avanti al meglio e migliorare.

Nel tempo libero, che è poco, sono costretto a fare delle scelte. Convogliare sport, fidanzata, famglia, amici, quindi devo periodicamente sacrificare qualche aspetto. Per quanto riguarda Starcraft 2, sto cercando di ritagliarmi un po’ di spazio. Certo, aver ottenuto la GM dopo meno di due settimane dal mio ritorno mi ha motivato a giocare di più. Starcraft 2 rimarrà comunque un piacevole hobby, ma cercherò di partecipare a un evento qua e là per salutare gli amici e divertirsi un po’ tutti insieme.

L’affetto della community italiana non è mai mancato, pensi ci potrà mai essere un pieno ritorno di Stareagle al gaming?

Credo di aver già risposto alla domanda, non ci sarà mai un pieno ritorno. E’ giusto così. Starcraft 2 è stato un bellissimo periodo della mia vita. Mi sono divertito molto e mi ha dato le sue soddisfazioni. Mi ha fatto crescere molto per tanti aspetti, ora però è tempo che mi concentri su altre attività.

Segui la scena italiana ed internazionale? Chi sono i player più forti o del futuro?

A dire la verità negli ultimi due anni non ho seguito quasi niente. Da quando son tornato, però, ho visto che, a parte un po’ dei giocatori italiani bravi che giocavano già in passato, ci sono moltissimi giocatori topMaster / lowGm nuovi.

Credo che per il momento l’unico player italiano degno di nota sia il nostro Riccardino (Reynor). Ci sono altri player che se la cavano e onestamente credevo di ritrovare a livello più alto. Tuttavia, non li riesco a vedere molto bene nella scena competitiva. Bisogna pur sempre ricordarsi che alla fine non abbiamo giocatori italiani impiegati nel gioco a tempo pieno, quindi non si può nemmeno pretendere molto di più.

Tema ‘DeadGeam’, come la pensi?

E’ evidente che Starcraft 2 è un po’ tramontato, basta vedere il numero di viewers su Twitch. Vengono anche oganizzati meno eventi ‘minori’ rispetto ad anni fa. Non c’è molto da stupirsi, Starcraft 2 ha rappresentato un punto di riferimento per diversi anni, e alla fine si è comportato da degno erede di Starcraft/Broodwar, anche se sono consapevole che il secondo episodio non si avvicina allo splendore del primo.

Personalmente non credo che LOTV abbia aiutato molto a tenere in piedi il gioco, per quanto riguarda il gameplay e il balance, la trovo di gran lunga la peggior espansione di Starcraft.

Detto questo, bisogna ricordare che Starcraft ha sempre avuto l’appoggio di un pubblico di fedelissimi. Giocatori che, skillati o meno, hanno sempre avuto passione per questo bellissimo gioco. E sono sicuro che continueranno a seguirlo ed a tenerlo vivo.

Nuova patch: le tue impressioni

Credo che la nuova patch abbia i suoi alti e bassi. Un film che si è visto e rivisto alla Blizzard e non solo su Starcraft.

Per non divagare comunque intanto devo sottolineare che quando si parla di balance, lo si deve fare ai massimi livelli di skill. Il gioco ai massimi livelli (Korea) è sempre stato abbastanza bilanciato. Ora forse un po’ meno.

Comunque, avendo giocato un po’ negli ultimi giorni, e avendo seguito un po’ di eventi ultimamente, credo si possa dire tranquillamente che gli zerg sono un po’ rotti. Entrano subito in economia a 3 basi abbastanza safe, hanno ottime unità, le ultra con il nerf sono un pelino meno broken (comunque rotte), ma credo che il range delle hydralisk sia uscito un po’ a caso (ed è stato tolto nell’ultima revisione ndr).

Ai terran hanno potenziato i tank, ma hanno impedito di caricarli sieggiati, una scelta un po’ controversa. Devo ammettere che comunque faceva abbastanza schifo l’idea di tenere i carri nelle medivac già in siege mode. Han dato ai thorr, per togliere alle cyclone, e favorire la mech. Rimane il fatto che la mech non sia available se non in TvT.

A mio avviso i toss son quelli cambiati meno nell’ultima patch. Per quanto riguarda il TvP, mi sembra si giochi sempre allo stesso modo. Magari per il futuro farei in modo che un disruptor non sia in grado di ucciderti 20 unità di bio in un colpo.

Stareagle al 4° posto alla lan di Roma. Come è andata?

La lan di Roma è stato un bellissimo evento che mi ha dato la possibilità di salutare vecchi amici e di conoscerne di nuovi. E’ stata una sfida tornare a giocare in così pochi giorni dopo un paio di anni di completa inattività. Alla fine un quarto posto potrebbe sembrare anche un risultato accettabile. In realtà mi sono reso conto di essere sempre abbastanza competitivo e quindi avrei voluto per lo meno il secondo posto da dedicare agli Element, il mio nuovo team. E’ davvero un bellissimo gruppo, mi sta facendo tornare la voglia di partecipare ad altri eventi. Nonostante gli impegni, mi sta motivando a migliorare e a cercare di vincere al più presto qualche evento.